Tag: Bruno Tabacci

Governo Draghi, primo giorno di consultazioni

Primo giorno di consultazioni del premier incaricato Mario Draghi che fino a sabato incontrerà le forze politiche presenti in Parlamento per provare a formare un governo di alto profilo. Il primo nodo da sciogliere è se sarà un esecutivo tecnico, tecnico-politico o esclusivamente politico così come chiede il Movimento 5 Stelle. Saranno giorni di […]

Mandato esplorativo a Fico, la terza giornata

Dal contratto di governo firmato da Luigi Di Maio e Matteo Salvini al “crono-programma” che dovrebbe mettere in piedi, grazie al presidente della Camera Roberto Fico, un nuovo governo guidato dalla maggioranza PD-M5S-Leu-IV. Da questa mattina Fico, incaricato con un mandato esplorativo dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella venerdì […]

Renzi e Casini a Bologna

Casini esorta Renzi e Calenda

C’è spazio al centro per i moderati e Matteo Renzi può riempirlo. Questo il senso dell’intervista di Pier Ferdinando Casini al Messaggero, in cui chiede una reazione per “evitare che gli irresponsabili al Governo portino l’Italia verso la rovina e che l’ondata di demagogia e pressappochismo travolga tutto”. […]

Più Europa diventa un partito

Più Europa diventa un partito

Con il congresso di ieri Più Europa ha completato la trasformazione da coalizione in partito. Il suo nome esteso si trasforma da “Più Europa con Emma Bonino” alla semplice “Più Europa” e quindi modifica anche il logo. Ma non tutti i partiti che facevano parte della coalizione “Più […]

Il Pd XVIII legislatura

Il Pd XVIII legislatura

I renziani in direzione rimangono il 60% (120 membri), di cui il 20% facenti capo a Luca Lotti, un altro 20% dell’area Guerini-Delrio, un 10% dei Millennials, i 20 giovani dai 18 ai 32 anni cooptati da Renzi, 5% di boschiani e 5% facenti capo a Rosato. Il […]

Prove di scissione in Ap

Prove di scissione in Ap

Lunedì Alternativa Popolare, il partito di centro che fa parte della maggioranza parlamentare che sostiene il governo Gentiloni, ha tenuto la prima riunione della direzione dopo l’annuncio della volontà di non candidarsi alle prossime elezioni da parte del suo presidente, il ministro degli Esteri Agelino Alfano. L’esito della riunione è stato […]

Abolito il finanziamento pubblico dei partiti

Governo Letta. I commenti.

Sparatoria davanti Palazzo Chigi proprio, mentre stava giurando il Governo Letta. Due carabinieri sono rimasti feriti e poco dopo è stato fermato un uomo, anche lui colpito, mentre tentava la fuga. Secondo le prime informazioni si tratta di un muratore italiano, calabrese. Luigi Preiti, 46 anni, non ha […]

Nasce il Centro Democratico

Nasce il Centro Democratico

Il Centro Democratico è una federazione tra una parte di Alleanza per l’Italia e Diritti e libertà (dei fuori usciti dell’Idv). L’Api dopo aver chiuso l’esperienza del Terzo Polo (con Udc e Fli) ritorna nell’orbita del centro sinistra e il partito candida Bruno Tabacci per le primarie di […]

Rompe gli indugi, Bruno Tabacci, e detta così la linea per i candidati alle prossime primarie del centrosinistra. "Nel momento in cui saranno formalizzate le regole delle primarie e sarà in campo la mia candidatura, sarà mio dovere restituire al sindaco Pisapia le deleghe da assessore", ha detto all'assemblea nazionale dell'Api, il suo partito, a Maratea, dove il suo nome stato lanciato ufficialmente per correre nella competizione nazionale. Tabacci rimetterà quindi le sue deleghe - al Bilancio, patrimonio e tributi - nelle mani del sindaco per la durata della sfida delle primarie, e toccherà al sindaco decidere se, eventualmente, riaffidargliele successivamente. Perché, come ha spiegato, "i cittadini milanesi debbono essere liberi di votare alle primarie senza che ci sia in campo la persuasione di un mio potere, reale o percepito che sia", legato appunto all'incarico nella giunta arancione in cui un altro assessore, quello alla cultura, aveva già annunciato a luglio la volontà di correre per la stessa competizione. Beau geste o linea di demarcazione necessaria per chi già ricopre ruoli di rilievo, l'annuncio di Tabacci non può a questo punto non fare da precedente. Anche perché, interrogato in proposito, il sindaco Pisapia ha subito commentato: "Apprezzo molto il suo gesto, essere candidati e fare l'assessore diventa complicato, il suo è un segnale di attenzione al governo della città". Sui tempi delle primarie non c'è certezza, ma su questo - e su cosa fare delle deleghe di Tabacci - Pisapia mette le mani avanti: "Quando si porrà il problema lo affronterò trovando la soluzione adeguata, le primarie durano un mese e anche meno". Chi rinvia la decisione, a questo punto, è proprio Boeri. Che, pur confermando la sua disponibilità a scendere nella gara con i suoi compagni del Pd Bersani e Renzi e con gli altri candidati del centrosinistra - soltanto lunedì aveva detto: "Io ci sono, mi sento in grado di portare voci non per forza politiche" - precisa ora di sperare "che presto possano essere definite le regole delle primarie, per capire se sia opportuno che io partecipi".

La scissione di Tabacci per partecipare alle primarie del centrosinistra. Italia concreta

In seguito ai risultati delle elezioni amministrative 2012 e alla conclusione dell’esperienza del Terzo Polo, si registra un tiepido riavvicinamento nei riguardi del centro-sinistra. Rompe gli indugi, Bruno Tabacci, e detta così la linea per i candidati alle prossime primarie del centrosinistra. “Nel momento in cui saranno formalizzate le regole delle primarie […]

Rutelli si dimette dal Copasir

Rutelli si dimette dal Copasir

Francesco Rutelli ha annunciato che si dimetterà dalla presidenza del Copasir, la commissione parlamentare sui servizi segreti, «una volta raggiunti i principali obiettivi previsti dall’organismo parlamentare e che ricadono sotto l’immediata responsabilità della sua guida». La decisione, che comunque lascia aperta la data tanto che alcuni già prefigurano […]

Rutelli va via dal Pd

Rutelli va via dal Pd

“Alleanza per l’Italia” è il nome del partito lanciato da Francesco Rutelli insieme ad altri esponenti politici come Bruno Tabacci, Lorenzo Dellai e altri esponenti della società. “Il nostro è un cammino che inizia – ha detto Rutelli – non sono d’accodo con un Partito Democratico che va […]

Casini: "Politica non sia denigrazione reciproca"

Udc-Rosa bianca, trovato l’accordo

Rosa bianca e Udc convergono al centro dello schieramento elettorale. La formazione di Mario Baccini, Bruno Tabacci e Savino Pezzotta e il partito di Pier Ferdinando Casini hanno trovato l’intesa per una “Costituente di centro” con il leader centrista candidato premier. Il sì della Rosa bianca. È stato l’Ufficio […]

Governo Prodi II: ventunesimo mese

Governo Prodi II: ventunesimo mese

L’Udeur passa all’opposizione. Il leader del partito Clemente Mastella giustifica la decisione con la mancata solidarietà politica del governo verso di lui e verso l’Udeur stesso. «Lasciamo la maggioranza, è finita un’ esperienza. Si vada alle elezioni». Alle sei e trentacinque di ieri sera Mastella stacca la spina alla coalizione, […]

Casini "ironizza" su Berlusconi

Scacco matto all’Udc!

È il giorno «più duro» da quando è il leader dei centristi, e lo riconosce. Ha chiaro l’obiettivo di Berlusconi: ridurlo alla resa o fare a pezzi l’Udc. Uscire dalla tenaglia non sarà facile. Casini deve fronteggiare il Cavaliere «che vorrebbe annetterci», ma sembra non aver strade per […]

Nasce la Rosa Bianca

Nasce la Rosa Bianca

Una conferenza stampa programmata per domani a Roma alle 11 per la nascita del movimento della Rosa bianca con tanto di simbolo, sito web e candidato premier. La prossima competizione elettorale del 13 e 14 aprile vedrà pertanto la presenza, oltre al Pd, la Cdl e la Cosa Rossa, anche l’alternativa […]