Seconda serata

Sanremo 2014

Giuliano Palma – Un bacio crudele (eliminata)
Canzone veramente godibile e cantabile. Praticamente un tormentone. 7
Renzo Rubino – Ora (passa il turno)
Canzone molto ritmata, ma sempre in stile Rubino.  Suona lui al piano accompagnato dall’orchestra. 7
Noemi – Bagnati dal sole (passa il turno)
Amarsi senza più strategie. E’ molto più riconoscibile in questa canzone come sonorità. 6 1/2
Giuliano Palma – Così lontano (passa il turno)
Scritta da Nina Zilli, se ne sente tutto il suo stile. 6 ½
Francesco Sarcina – Nel tuo sorriso (passa il turno)
Farebbe qualunque cosa pur di far brillare il suo sorriso. In nome dell’amore. 6 ½
Francesco Renga – Vivendo adesso (passa il turno)
Scritta da Elisa, lui la canta al meglio, ma francamente al primo ascolto non riesco a percepirla bene. 6
Francesco Renga – A un isolato da te (eliminata)
Bella canzone, ma al primo ascolto non rende. 6
Ron – Sing in the rain (passa il turno)
Un Ron insolito, un Ron folk. Merita il passaggio del turno se non altro per la novità. 6
Francesco Sarcina – In questa città (eliminata)
Vivere con lei come se fosse semptre il giorno. 6
Noemi – Un uomo è un albero (eliminata)
Sbaglia l’attacco. La canzone dice che ogni persone è frutto dell’esperienze che fa durante la vita. 5 ½
Renzo Rubino – Per sempre e poi basta (eliminata)
Canzone molto lenta, quasi una ninna nanna. Cantata al piano da Rubino. 5 ½
Riccardo Senigallia – Una rigenerazione (eliminata)
Canzone ritmata. Speravo di più. 5 ½
Ron – Un abbraccio unico (eliminata)
Un po’ melensa come canzone. Questo primo ascolto non ha reso giustizia probabilmente. 5 ½
Riccardo Senigallia – Prima di andare via (passa il turno)
una serie di parole cantante a filastrocca. Una canzone per viaggiatori di auto. Non mi piace. 5

Diodato – Babilonia (passa il turno)
Una canzone intimista che piano piano si accende fino a esplodere. 8
Filippo Graziani – Le cose belle (eliminato)
“A volte anche le cose belle fanno male”. Storia di una generazione che si deve arrangiare tra difficoltà e cose più facili. 7
Zibba – Senza di te (passa il turno)
Canzone generazionale su quello che manca in parallelo a una storia di amore che arranca. 6
Bianca – Saprai (eliminata)
Canzone malinconica e forse un po’ troppo triste. 5

Luciana Littizzetto
Sempre molto simpatica. La trovo sempre molto padrona di casa, credo però che quest’anno sia tutto più improvvisato. 7
Fabio Fazio
C’è forse un po’ la stanchezza del secondo festival di fila, ma credo che sia comunque godibile. 6 ½

Franca Valeri
La Valeri fa uno sckech con la Littizzetto in cui entrambe fingono una telefonata con la propria madre. E’ bello vederle esibirsi insieme. Ha 94 e nonostante gli acciacchi è molto vitale. 7
Claudio Baglioni
L’ospitata di Baglioni è più che altro un mini concerto. Inizia con un medley dei suoi pezzi più famosi; “Questo piccolo grande amore”, “E tu”, “Strada facendo”, “Avrai”, “Mille giorni di te e di me”. Dopo quattro battute con Fazio chiude con il brano nuovo “Con voi”.  6 ½
Claudio Santamaria
Presente solo per uno spot sulla fiction su Alberto Manzi che tra il 1960 e il 1968 fece una trasmissione televisiva “Non è mai troppo tardi” in cui insegnava agli italiani a leggere e scrivere. 6
Alice & Ellen Kessler
Cantano e ballano assieme a Luciana Littizzetto. E dicono che quest’ultima può permettersi di fare tutto, anche di dire le parolacce in tv. 6
Rufus Wainwright
Non lo conoscevo, ma canta tutto sommato canzoni orecchiabili. Prima “Cigarettes and chocolate milk” e poi la cover di “Accross the universe” dei The Beatles. 6

Quest’anno c’è un pò meno sprint dello scorso e tutto è un pò meno costruito e un pò più improvvisato. Ne risente il ritmo della trasmissione; anche se a me piace comunque. Gli ascolti sono calati a 7.711.000 spettatori con il 33,95% di share.