Sanremo 2010: quarta serata

Sanremo 2010

Malika Ayane con Sabrina Brazzo (etoille della Scala) – Ricomincio da qui
Tutti non fanno che parlare bene di questa canzone e dell’interprete. A me non riesce a piacere: è lamentosa come al solito e non mi arriva proprio. 5
Simone Cristicchi con il Coro dei minatori di Santa Fiora – Memo male
E’ una canzone fenomenale. Tra Carla Bruni, i soldi e la coca sul comò. La sento già imperversare come un tormentone nelle radio per svariati mesi. 8
Irene Grandi – La cometa di Halley
Gradevolissima ballata. Lei dice addio alla cometa di Halley sapendo che non riuscirà a rivederla più nella sua vita; ma quest’ultima che ha un altro scorrere del tempo dice solo ciao. La Grandi è davvero grintosa. 7 ½
Irene Fornaciari & i Nomadi con Mousse T e Suzy – Il mondo piange
Il brano rende di più con le due voci femminili (Fornaciari e Suzy) che cantano assieme. 6 ½
Marco Mengoni con i Solis String Quartet – Credimi ancora
Molto coraggiosa questa scelta. La canzone dopo averla ascoltata a dovere mi piace. Finalmente. 7
Pupo, Emanuele Filiberto & Luca Canonici con Le Divas e Marcello Lippi – Italia amore mio
Canonici (l’elemento lirico) era l’unico che funzionava e quindi hanno deciso di farsi accompagnare da un trio di cantanti liriche. Oggi si aggiunge Marcello Lippi che fa un monologo stoppato dalla Clerici. Vergognoso! 1
Valerio Scanu con Alessandra Amoruso – Per tutte le volte che
In duetto questa canzone è meno filastrocca. Forse si doveva farli pensare dall’inizio di farli partecipare in due. 5 ½
Arisa con la Lino Patrono Jazz Band – Malamorenò
Potrebbe finire tutto nella vita, ma l’amore nò. Secondo me ha fatto ancora centro. Altro tormentone radiofonico. Complimenti! 8 ½
Enrico Ruggeri con i Decibel – La notte delle fate
Canzone molto più rockeggiante degli ultimi Festival che ha fatto. Ogni donna ha un paio d’ali chiuse dentro se. Emozionante. 7
Noemi con i Kataklò – Per tutta la vita
Canzone che emoziona mentre la ascolti. Quando dice “Esplode” mi prende come un magone dentro. Davvero brava! 9
Fabrizio Moro con Jarabe de Palo e Dj Jad – Non è una canzone
Racconta la vita di gente normale, di chi deve lavorare sodo per poter vivere degnamente. Il tutto su ritmo ska/reggae. Questa è la mia vita, non è una canzone. 7
Povia con Marco Masini e Bettina Bernardi (bambina di 6 anni ballerina che dovrebbe simboleggiare Eluana Englaro) – La verità
Canzone inaspettatamente bella. Tema scottante l’eutanasia e questa canzone se si sbilancia non da giudizi sommari come passate canzoni del cantautore. E lo dico da prevenuto verso il recidivo Povia. Ora posso amare, ora posso correre e giocare. 7

Jessica Brando – Dove non ci sono ore
Canzone bellina; scritta tra l’altro da Valeria Rossi. La ragazza canta finalmente sul palco. La fortuna di essere passati ieri. 6 ½
Tony – Il linguaggio della resa
Il linguaggio della resa è quello che ci si dice quando ci si lascia. La canzone è orecchiabilissima e ha un ritornello che fa presa. 8
Luca Marino – Non mi dai pace
Canzone molto romantica su una lei che fa e disfa un rapporto e fa soffrire il suo lui che l’ama tantissimo e che arriva a definirla la sua “luce”. 7
Nina Zilli – L’uomo che amava le donne
E’ data per vincitrice della categoria. Lei ricorda il suo lui passato che amando di donna in donna ha amato anche lei. Lui che d’amore non muore mai. La Zilli ricorda Meg con qualche virgola di Giusy Ferreri. 6

Antonella Clerici
E’ ritornata se stessa. E’ sembrata in sofferenza solo durante i lunghi minuti di fischi al trio e a Lippi. E’ di certo il miglior personaggio che ha presentato il festival negli ultimi dieci anni. 9
Bob Sinclar
Il più famoso dj del mondo. Francese. Ma non mi piace il genere. 6
Jennifer Lopez
Si scatena per ben due esibizioni sul palco e fa divertire tutti. Viene anche intervistata. 7
Cristiana Capotondi
Viene a Sanremo per presentare la fiction in coproduzione Italia/Austria/Germania sulla principessa Sissi prossimamente in onda su RaiUno. 7

Nuova generazione: vincitore
Tony

Nuova generazione: Premio della critica Mia Martini
Nina Zilli

Eliminati Big: (le altre sono finaliste)
Enrico Ruggeri e Fabrizio Moro