Traslocando

 

Per i tuoi occhi
Per i suoi occhi farebbe qualunque cosa. “Con te sul Monte Bianco a far l’amore in stereofonia“. 10
Stare fuori
La solitudine è una condizione dell’anima. “Stare da soli è qualcosa che non va, come pure fare a pugni con la verità”. 9 1/2
Madre metropoli
L’amore-odio verso la grande città che accoglie, ma allo stesso tempo respinge. “A me tu non mi avrai“. 9
I ragazzi di qui
Vita di ragazzi di periferia. “Qui la notte sembra il giorno, qualcosa come un radar cerca intorno“. 9
Stella di carta
Amori randagi, vissuti alla giornata. “Se vado incontro alla notte, se ho le costole rotte è per vedere il mattino. 9
Traslocando
Storia reale di quando la Bertè comprò casa per la prima volta. “Come ti capisco, ma chi cambia qualche cosa non sono io“. 9
Non sono una signora
Canzone manifesto della Bertè. Lei non è una donna a modo così come negli anni ’80 (ma anche adesso) si conveniva. E’ una che affronta la vita a testa alta decidendo essa stessa quello che deve fare. Ce ne fossero di più in giro. 10
Notte che verrà
Notti che posso regalare un amore o far accorgere quanto si è soli. “Come i cani cantano alla luna, ogni notte al cielo canterò”. 9
J’adore Venice
Canzone scritta da Fossati. Una serata in allegria; ma la mente va altrove. 7 1/2
Una
La vita delle sorelle Bertè nei primi anni ’80. Una ai vertici del successo, l’altra segregata.

VOTO MEDIO 8,90
Uno dei migliori album della Bertè. In assoluto.