Traslocando

 

Per i tuoi occhi
Per i suoi occhi farebbe qualunque cosa. “Con te sul Monte Bianco a far l’amore in stereofonia“. 10
Stare fuori
La solitudine è una condizione dell’anima. “Stare da soli è qualcosa che non va, come pure fare a pugni con la verità”. 9 1/2
Madre metropoli
L’amore-odio verso la grande città che accoglie, ma allo stesso tempo respinge. “A me tu non mi avrai“. 9
I ragazzi di qui
Vita di ragazzi di periferia. “Qui la notte sembra il giorno, qualcosa come un radar cerca intorno“. 9
Stella di carta
Amori randagi, vissuti alla giornata. “Se vado incontro alla notte, se ho le costole rotte è per vedere il mattino. 9
Traslocando
Storia reale di quando la Bertè comprò casa per la prima volta. “Come ti capisco, ma chi cambia qualche cosa non sono io“. 9
Non sono una signora
Canzone manifesto della Bertè. Lei non è una donna a modo così come negli anni ’80 (ma anche adesso) si conveniva. E’ una che affronta la vita a testa alta decidendo essa stessa quello che deve fare. Ce ne fossero di più in giro. 10
Notte che verrà
Notti che posso regalare un amore o far accorgere quanto si è soli. “Come i cani cantano alla luna, ogni notte al cielo canterò”. 9
J’adore Venice
Canzone scritta da Fossati. Una serata in allegria; ma la mente va altrove. 7 1/2
Una
La vita delle sorelle Bertè nei primi anni ’80. Una ai vertici del successo, l’altra segregata.

VOTO MEDIO 8,90
Uno dei migliori album della Bertè. In assoluto. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.