Europa

La notizia che l’icona nazionale Frédéric Chopin aveva amanti maschi non è stata presa bene in Polonia, uno dei Paesi più omofobi d’Europa

La notizia che l’icona nazionale Frédéric Chopin aveva amanti maschi non è stata presa bene in Polonia, uno dei Paesi più omofobi d’Europa
  • Molte persone in Polonia, uno dei paesi più fortemente omofobi, si sono irritate dopo che un nuovo documentario ha affermato che l’icona nazionale Frédéric Chopin aveva storie d’amore con uomini.
  • “Chopin’s Men” ovvero “Gli uomini di Chopin” ha tradotto le lettere del compositore del 19° secolo recentemente rese pubbliche e ha detto che rivelano una “marea di dichiarazioni d’amore rivolte agli uomini”.
  • Sebbene l’omosessualità sia legale in Polonia, i gay non possono sposarsi o avere unioni civili. Un terzo del Paese si è unito a un movimento dichiarandosi simbolicamente “zone libere da LGBT”.
  • L’istituto Fryderyk Chopin del paese ha affermato che le lettere non provavano nulla, poiché era difficile tradurre accuratamente il suo linguaggio “musicale e complicato”.

La gente in Polonia – uno dei Paesi più fortemente anti-LGBT in Europa – si sta infiammando dopo che un documentario svizzero ha affermato che la loro icona nazionale, il compositore Frédéric Chopin, aveva amanti maschi.

“Chopin’s Men” ovvero “Gli uomini di Chopin”, mandato in onda dalla SRF il 13 novembre, ha sostenuto che esperti e biografi del musicista del XIX secolo avevano ignorato e tradotto male le lettere che mostrano una “marea di dichiarazioni d’amore rivolte a uomini”.

Una delle lettere, scritta da Chopin al suo amico Tytus Wojciechowski, diceva: “Non ti piace essere baciato. Per favore, lasciami farlo oggi. Me lo devi, visto il sogno sporco che ho fatto su di te la scorsa notte. ”

Moritz Weber, il produttore del documentario, ha detto alla CNN che non c’era dubbio che le lettere si riferissero a relazioni romantiche. “Parla dell’amore in modo assolutamente diretto con gli uomini”, ha detto.

Le persone in Polonia hanno trovato questa affermazione difficile da digerire.

I gay non possono sposarsi o ricevere un’unione civile, con Andrzej Duda, il presidente del paese, che ha affermato a giugno che l’omosessualità è una “ideologia peggiore del comunismo”.

Negli ultimi anni, almeno un terzo delle città e dei villaggi della Polonia si sono simbolicamente dichiarati “zone libere da LGBT”.

Il Fryderyk Chopin Institute, un’agenzia creata dal governo a Varsavia, ha affermato che le lettere di Chopin appena rese pubbliche non erano necessariamente una prova di omosessualità, poiché era difficile tradurre il linguaggio “musicale e complicato” che stava usando, secondo The Times of London.

“Se vengono lette nella versione originale in polacco, suonano un po’ diversamente”, ha affermato l’istituto.

Le affermazioni nel documentario di Weber sono state accolte con scetticismo e derisione anche dai media polacchi, ha detto la CNN.

I titoli includevano: “Chopin bacia il suo amico. Vuol dire che era gay?” e “L’Occidente è entusiasta all’idea che Chopin fosse gay”.

Chopin è sotto tutti gli aspetti il principale personaggio musicale della Polonia, nonostante abbia lasciato definitivamente Varsavia per Parigi all’età di 20 anni.

L’aeroporto più trafficato del paese, l’aeroporto Chopin di Varsavia, prende il suo nome e un muro nella chiesa cittadina della Santa Croce conserva il suo cuore ben custodito.

Categorie:Europa, Lgbt

Con tag:,,

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.