Lgbt

Durante il lockdown il sesso tra coinquilini era in aumento considerevole

Durante il lockdown il sesso tra coinquilini era in aumento considerevole

Le precauzioni per il rischio di contagi hanno messo un freno alla vita dei single e, secondo un nuovo sondaggio, un bel po’ di persone si sono “accontentate” di un rapporto con i loro coinquilini.

Il sondaggio annuale di Match “Singles in America” ha rilevato che uno statunitense single su quattro ha avuto rapporti sessuali con un compagno di stanza durante la pandemia, e questo numero è ancora più alto tra i giovani. Tra gli intervistati infatti vari millenials e della Generazione Z hanno ammesso di aver avuto sesso con i loro compagni di stanza.

In generale, i single hanno avuto moli meno rapporti sessuali rispetto all’ anno scorso – il 71 per cento ha detto di non aver fatto sesso durante la pandemia. Ma si possono biasimare i coinquilini per essersi rivolti l’uno verso l’altro per un po’ di intimità?

Vari tread di Reddit hanno fornito alcune prove aneddotiche di questa tendenza. A marzo, un utente ha scritto: “‘È il sesso più abbondante che abbia mai fatto in vita mia e l’attività di quarantena perfetta”.
L’utente di Reddit ha detto che vive in una casa con sei coinquilini, e una notte di ubriachezza ha portato tutti a diventare… molto… più intimi con lui.

A maggio, un lettore di Now Magazine ha chiesto a Dan Savage se andava bene fare l’amore con un compagno di stanza. “Se c’è mai stato un momento in cui ci si poteva approcciare a un adulto con il quale si vive sotto lo stesso tetto per vedere se si poteva avere sesso, questo è il momento giusto”, ha scritto.

Lo studio Match ha suggerito anche altri cambiamenti nel comportamento degli incontri a causa della pandemia. Per esempio, il 16 per cento degli intervistati ha detto di aver praticato più autoerotismo da marzo e non c’è da stupirsi. Un altro 16 per cento ha mantenuto le proprie interazioni amorose limitate a una sola persona. Il cinque per cento ne ha avute due, il tre per cento ne ha avute tre, e un altro incontentabile cinque per cento ne ha avute quattro o più.

Sul fronte delle relazioni amorose e non solo sessuali, il 63 per cento dei partecipanti dice di passare più tempo a conoscere potenziali compagni, mentre il 58 per cento dice che si sta muovendo più attivamente verso “incontri combinati”.

“Prima del 2020, nessuno si aspettava che i single prendessero in considerazione la volontà in un appuntamento di indossare una maschera”, ha detto la dottoressa Helen Fisher, antropologa biologica e consulente scientifico capo di Match, in un comunicato stampa.”I recenti eventi disastrosi hanno portato i single a volere di più dagli appuntamenti: il desiderio di una relazione rispetto agli appuntamenti occasionali, conversazioni più significative e più onestà e trasparenza durante un appuntamento” e continua dicendo: “I single di oggi vogliono sapere chi sei, dove sei diretto finanziariamente e cosa ti aspetti da una possibile relazione”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.