Centrodestra

Salvini divora ciliegie mentre Zaia parla dell’inchiesta sui neonati morti a Verona

Salvini divora ciliegie mentre Zaia parla dell’inchiesta sui neonati morti a Verona

In queste ore è molto condiviso sui social un video che immortala il leader della Lega Matteo Salvini che mangia delle ciliegie mentre al suo fianco il governatore del Veneto Luca Zaia parla dell’Ospedale di Borgo Trento a Verona, dove almeno tre neonati sarebbero morti a causa di un batterio, il Citrobacter.

L’incontro si è svolto all’osteria al Borgo sempre a Verona per una conferenza stampa in cui Zaia ha affrontato il delicato tema della chiusura del punto nascite dell’ospedale locale dopo la scoperta del pericoloso batterio.

Sui social Salvini è stato criticato, in particolare dal Partito Democratico che ha rilanciato il filmato tramite l’account Twitter dei suoi deputati. La replica del leader leghista sempre su twitter: “Quelli del PD sono da ricovero… Ma pensate a dare la cassa integrazione ai lavoratori e soldi veri alle imprese, altro che ciliegie! #colpadiSalvini P.s. Alla faccia dei compagni, viva le eccellenze della nostra agricoltura!”,

La struttura è stata sostanzialmente chiusa, con lo spostamento delle terapie intensive neonatale e pediatrica e con l’accesso al punto nascita solo per i parti di emergenza; una procedura che permetterà la bonifica dei locali in cui si annida un batterio che potrebbe aver infettato almeno una dozzina di bambini

“Adesso stiamo attendendo l’esito di una commissione che abbiamo nominato qualche giorno fa – ha aggiunto Zaia – Noi, come amministrazione regionale, abbiamo saputo tutto giovedì scorso. Prima, non sapevamo nulla di questa vicenda. Penso che sia doveroso mettere in sicurezza i bimbi e l’ospedale e dopo accendere la luce su tutta questa vicenda, senza fare giustizialismo, ma chiarire bene cosa sia accaduto. Noi non lesiniamo nello spendere per la sicurezza dei nostri ospedali e quindi adesso vogliamo capire le cause di quanto è successo per dare delle risposte, anche dal punto di vista giuridico, alle famiglie che hanno vissuto questi lutti”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.