Europa

L’Ungheria che vieta la transizione alle persone trans ora elimina il divieto agli Lgbt di donare il sangue

L’Ungheria che vieta la transizione alle persone trans ora elimina il divieto agli Lgbt di donare il sangue

L’Ungheria che vieta la transizione alle persone trans ora elimina il divieto agli Lgbt di donare il sangue

Strana giravolta in Ungheria. Mentre Viktor Mihály Orbán, primo ministro del Paese ora con “pieni poteri”, cerca di vietare alle persone trans di avviare il processo di transizione, è stato annullato il divieto per gli omosessuali e bisex di donare il sangue. E per rendere più stana la decisione, a sceglier questa strada è stato il servizio nazionale ungherese di trasfusione di sangue, il quale vorrebbe “eliminare la discriminazione”.

Eliminare la discriminazione in un Paese come l’Ungheria, dove la comunità LGBT rischia violenze e discriminazioni ogni giorno. Il National Blood Transfusion Service ha preso questa decisione ad aprile, ma sembra ci sia la volontà di retrodatare la fine del divieto già da gennaio.

Non è chiara la motivazione di tale scelta. E non si sa nemmeno se a convincerli sia stata  la pandemia da Coronavirus. A causa del Covid 19, infatti, Regno Unito, Australia e Stati Uniti d’America avevano ridotto i tempi di astinenza sessuale per le persone LGBT, portandole da 6 mesi a 3 (l’Ungheria invece vietava categoricamente la donazione). In un comunicato, il servizio ha spiegato solamente:

Tutte le discriminazioni basate sul genere dei partecipanti nella valutazione delle relazioni sessuali a rischio di trasmissione sono eliminate.

L’associazione LGBT ungherese, Hatter, ha detto in una nota:

La Società Háttér ha combattuto per anni per fermare la stigmatizzazione e la completa esclusione delle persone LGBT dalla donazione di sangue. Una coppia gay in una relazione monogama, specialmente se si protegge dall’HIV con preservativi o PrEP, non è più a rischio di una coppia eterosessuale. Il rischio di trasmissione di incontri sessuali senza penetrazione tra uomini è molto più basso di quello di un contatto eterosessuale.

C’è da chiarire però che la cancellazione del divieto di donazione alle gay e bisex è una decisione del National Blood Transfusion Service. Questo è un organo indipendente, non legato alla politica conservatrice.Ti suggeriamo anche  Madonna, “Ho avuto il Coronavirus” – video

Nonostante questo, viste l’astio dell’Ungheria nei confronti della comunità LGBT, non si può che accogliere con gioia questa notizia, nella speranza che Orban, una volta conclusa l’emergenza Coronavirus, rinunci ai pieni poteri, ridando il controllo al Parlamento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.