Europa

Corona Virus, la situazione nel mondo

Francia – In Europa la Francia – dove sono stati superati i 20mila morti – ha sospeso tutti i collegamenti aerei fuori dalla zona Schengen come ha annunciato il ministro dei Trasporti Elisabeth Borne. “Non ci sono più voli internazionali fuori dalla zona Schengen – ha detto all’emittente radiofonica Rtl – La priorità non è quella di spostarsi sulle lunghe distanze”.

Germania – Più di 143.000 casi di Covid-19 e quasi 4.600 morti con coronavirus. Gli ultimi dati diffusi dall’Istituto Robert Koch, che monitora le malattie infettive in Germania, parlano di 1.785 nuovi casi – dieci in più rispetto ai 1.775 segnalati ieri – e di un totale di 143.457 persone positive al coronavirus. Nelle ultime 24 ore si sono registrati altri 194 decessi e sono 4.598 in totale i morti a causa della pandemia. Cancellato l’Oktoberfest: “Abbiamo deciso che quest’anno non si terrà” ha annunciato il presidente della Baviera Markus Soeder. “Fa male, dispiace molto, ma quest’anno non è un anno normale. Sarebbe irresponsabile” tenere una festa popolare del genere.

Austria – Ristoranti e caffè di nuovo aperti in Austria a partire dal prossimo 15 maggio. Fra le misure previste per l’allentamento del confinamento, sempre dalla stessa data, vi è anche la ripresa delle funzioni religiose. “Procediamo più velocemente di altri paesi verso quella che sarà una nuova normalità”, ha dichiarato il cancelliere Sebastian Kurz in una conferenza stampa.

Spagna – Il numero dei morti di coronavirus in Spagna ha subito un lieve aumento. Sono 430 le vittime delle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Sanità riportati dal El Pais. In totale le persone decedute per il Covid-19 sono 21.282, mentre i contagiati 204.178 e i guariti 82.514.

Paesi Bassi – I Paesi Bassi contano complessivamente 34.134 contagi e 3.916 morti a causa del coronavirus. Lo riferiscono le autorità sanitarie locali nel loro quotidiano bollettino, precisando che nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 729 nuovi positivi e 165 nuovi decessi.

Belgio – Nelle ultime 24 ore in Belgio sono stati segnalati 170 morti” a causa del coronavirus, per un totale di 5.998 decessi dall’inizio dell’epidemia”. Lo ha annunciato oggi il virologo Emmanuel Andrè nella consueta conferenza stampa sulla pandemia.

Svezia – La Svezia ha riportato il numero più alto di vittime in 24 ore, 185, a causa del coronavirus. In totale i decessi sono 1.765, oltre 15.300 i contagiati. Secondo le autorità sanitarie, la regione di Stoccolma, epicentro dell’epidemia di coronavirus in Svezia, ha passato il picco dell’epidemia la settimana scorsa.

Svizzera – Il numero di infezioni da Covid-19 confermate in Svizzera e Liechtenstein ha raggiunto quota 28.063: i nuovi casi rilevati nelle scorse 24 ore sono stati 119, indica il bilancio quotidiano dell’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp) . I nuovi decessi sono 45, per un totale di 1187. Secondo un conteggio dell’agenzia Keystone-ATS, basato sui dati dei cantoni, i decessi legati al coronavirus sono 1445.

Portogallo – Ventisette persone sono morte nelle ultime ore in Portogallo a causa della pandemia di coronavirus e nel Paese il bilancio sale a 762 morti. Da ieri le autorità sanitarie hanno registrato altri 516 casi di Covid-19 e i contagi sono in tutto 21.379.

Bulgaria – Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 51 nuovi contagi da coronavirus (22 nella capitale Sofia, 16 i ricoverati in ospedale), con il totale che sale a 966, pari a un aumento del 5,6% rispetto al giorno precedente.

Turchia – La Turchia è vicina ai 100mila casi di Covid-19. Secondo i dati riportati dalla Johns Hopkins University, nel Paese sono stati confermati 90.980 contagi e 2.140 morti.

Cina – Il Paese registra 11 nuovi casi di infezione da coronavirus, di cui 4 importati e 7 domestici, individuati nelle province di Heilongjiang (6) e Guangdong (1). Secondo i dati aggiornati all’intera giornata di lunedì, la Commissione sanitaria nazionale ha riferito che non ci sono stati nuovi decessi, stimando in 1.587 i contagi di ritorno, di cui 776 risolti con la guarigione e 811 sotto trattamento medico (44 i casi gravi). Nel complesso, le infezioni sono salite a 82.758, di cui 1.003 in cura, mentre 77.123 sono i pazienti guariti. I decessi restano fermi a 4.632.

Serbia – I militari di guardia a due centri di accoglienza migranti hanno sparato colpi di avvertimento in aria per impedire ad alcuni ospiti di allontanarsi dalle strutture dove, a causa dell’emergenza sanitaria del coronavirus, sono obbligati ad osservare il regime di quarantena completa 24 ore su 24.

Israele – I casi positivi in Israele sono saliti oggi a 13.883, mentre i decessi hanno raggiunto la cifra di 181. Lo ha reso noto il ministero della sanità. I malati gravi sono 142 (5 per cento in meno rispetto a ieri), e 113 di essi sono in rianimazione. Le guarigioni sono adesso salite a 4.353. Anche oggi, come negli ultimi giorni, il numero dei nuovi contagi è stato inferiore a quello delle guarigioni. Ieri tra Netanyahu e Gantz è stata raggiunta un’intesa per un governo di emergenza nazionale.

Arabia Saudita – È salito a 11.631 il numero dei casi di coronavirus in Arabia Saudita, con 1.147 casi nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto un portavoce del ministero della Sanità spiegando che sono 109 le persone che hanno perso la vita dopo aver contratto l’infezione, sei in un giorno. L’Arabia Saudita conta il maggior numero di casi e di morti a causa del Covid-19 nella regione.

Ucraina – Sono saliti a 6.125 i casi di Covid-19 accertati in Ucraina, dove le vittime del nuovo coronavirus ufficialmente sono in totale 161. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 415 nuovi casi, ma questa cifra comprende i risultati dei test di due giorni fa in sette regioni che non avevano inviato in tempo i dati al ministero della Sanità. Tra i contagiati, dall’inizio dell’epidemia, ci sono 1.138 operatori sanitari. Lo riporta il Kyiv Post.).

Brasile – Piccolo giallo sul numero delle vittime. Il ministero della Salute ha prima annunciato che i morti erano 383, salvo poi rettificare a 113. Col nuovo bilancio, le vittime totali salgono a 2.575. Superano quota 40 mila invece i contagi, assestandosi a 40.581, con un aumento del 5 per cento rispetto a ieri. Il tasso di mortalità è del 6,3 per cento. Lo stato di San Paolo si conferma il più colpito dall’epidemia con 1.037 morti e 14.580 contagi.

Colombia – La Colombia resterà in quarantena fino all’11 maggio a causa della pandemia di coronavirus. Lo ha annunciato ieri sera il presidente Ivan Duque, sottolineando che l’estensione dell’isolamento è dovuta a motivi sanitari, mentre ha anticipato che saranno riaperte le attività di nuovi settori economici oltre a quelli già autorizzati.

India – Sono 18.601 i contagi confermati: 590 persone hanno perso la vita dopo aver contratto l’infezione. Lo rende noto il ministero della Sanità indiano, come riporta il Times of India. Intanto su Twitter il primo ministro indiano Narendra Modi ha lodato il ruolo dei funzionari pubblici nella lotta al Covid-19. “Lavorano 24 ore su 24, aiutando quelli che sono nel bisogno e garantendo che tutti possano guarire”, ha affermato.

Hong Kong – Saranno prorogate di altri 14 giorni le misure di distanziamento sociale che, secondo un primo provvedimento, sono in scadenza alla mezzanotte di oggi. Lo ha annunciato la governatrice Carrie Lam, nel corso di una conferenza stampa, spiegando che allo stato attuale non è ancora possibile allentare le misure adottate in quanto c’è il rischio di mettere a rischio gli sforzi compiuti fino ad ora per contenere la diffusione del Covid-19. Le misure di distanziamento sociale imposte a Hong Kong prevedono limitazioni negli assembramenti e per i servizi di catering, la chiusura di diversi luoghi di intrattenimento e dei bar. Nelle ultime 24 ore non si sono registrati nuovi casi di cororonavirus a Hong Kong. Si tratta della prima volta in più di 45 giorni. Il numero delle persone contagiate restano quindi 1.025.

Singapore – Singapore estende le misure anti Covid-19 dal 4 maggio al primo giugno: è quanto ha annunciato il premier Lee Hsien Loong sul lockdown parziale della città, noto come “circuit breaker“, che prevede lo stop temporaneo a scuole e molti luoghi di lavoro. Il ministero della Salute ha annunciato oggi altri 1.111 casi di coronavirus, facendo salira eil totale a 9.125, per il secondo giorno di fila sopra quota 1.000.

Corea del Sud – La Corea del Sud ha registrato lunedì 9 nuovi casi di cui 5 importati, per totali 10.863 infezioni: si tratta, riferisce il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), del terzo giorno di fila di contagi sotto quota 15. I decessi sono aumentati di una unità, a quota 237, mentre i pazienti guariti e dimessi dagli ospedali sono saliti a 8.213, 99 unità in più rispetto a domenica. Seul ha annunciato che manterrà le regole sul distanziamento sociale fino al 5 maggio, con alcuni allentamenti sugli impianti produttivi che risponderanno alle regole sulla sicurezza.

Iran – Salgono a 84.802 i casi di coronavirus in Iran, con 1.297 contagi confermati nelle ultime 24 ore. Le nuove vittime sono 88. I decessi totali aumentano quindi a 5.297. I malati in gravi condizioni sono 3.357, mentre quelli guariti crescono a 60.965. I test complessivi effettuati finora sono 365.723, una cifra che a più di due mesi dai primi casi registrati resta bassa rispetto a Paesi con un numero simile di contagi come la Turchia. Lo riferisce il portavoce del ministero della Salute di Teheran, Kianoush Jahanpour.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.