Europa

Vertice Italia – Francia

Vertice Italia - Francia
Emmanuel Macron e Giuseppe Conte

Il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron è arrivato a Napoli nel primo pomeriggio per il XXXV vertice intergovernativo Italia-Francia. Prima tappa della sua visita partenopea il Teatro San Ferdinando. Il capo dello Stato transalpino è stato accolto all’esterno del teatro che fu di Eduardo De Filippo dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e dal Sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

“Sono felice di essere qui, in questa città che amo profondamente. Il teatro di Eduardo ha un posto molto importante nella mia vita“, ha detto Macron, che ha salutato i residenti della zona presenti in piazza che lo hanno accolto con applausi. “E’ stato emozionante”, ha detto poi il presidente francese al termine della visita. 

Dopo la visita al Teatro San Ferdinando, Macron e Conte si sono spostati alla Cappella San Severo per una visita al Cristo Velato. Ad attenderli un bagno di folla in Piazza San Domenico Maggiore. Poco prima di entrare nella cappella, i due politici hanno visitato il laboratorio di Lello Esposito, artista napoletano noto per le sue statue di Pulcinella. Tappa per un caffè nella storica pasticceria Scaturchio, con assaggio di babà, ‘ministeriali’ e altri dolci tipici della pasticceria portenopea. Prima di andare via hanno lasciato anche tre caffè ‘sospesi’, nel segno della classica tradizione napoletana.

Successivamente Macron e Conte sono giunti a Palazzo Reale per il vertice, al quale partecipano 11 ministri da parte francese e altrettanti da parte italiana. Prima di entrare, il presidente francese ed il premier italiano hanno sostato a piazza Plebiscito, dove la fanfara dei Carabinieri ha suonato i due inni nazionali. In serata, poi, la cena di gala offerta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

“Sono molto orgoglioso delle belle parole che il Presidente Macron ha avuto per il Teatro San Ferdinando. Mi ha fatto tante domande, conosceva benissimo Eduardo e la famiglia De Filippo. L’ho ringraziato per le belle parole che ha sempre speso per la nostra città. Lui mi ha detto che ama Napoli ed i napoletani. Mi ha chiesto dei nostri giovani. E’ un segnale importante. Napoli oggi con questo vertice mette il sigillo sulla ritrovata armonia tra Italia e Francia. E’ un giorno da ricordare per la città”, il commento del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris

In attesa dell’arrivo di Macron, Giuseppe Conte si è intrattenuto a parlare con alcuni residenti in Piazza Eduardo De Filippo. Il premier ha ascoltato le richieste dei cittadini: “Ho ascoltato le parole delle persone, alcune lamentele di chi abita in questo quartiere, di chi vorrebbe che ritornasse allo splendore del passato e questo è comprensibile. Ne ho parlato anche con il sindaco. Le istituzioni, ma anche i cittadini, devono tutti contribuire al bene comune”. 

“I francesi si sono sempre sentiti a casa, qui a Napoli. Lo era Murat particolarmente legato alla Reggia di Capodimonte al punto da far costruire il ponte della Sanità per accedervi, lo era Alexandre Dumas direttore degli Scavi di Pompei dal 1861 al 1864 e lo sono oggi io, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte. Con questo animo francese-napoletano do il mio più caloroso benvenuto al presidente francese Emmanuel Macron. Un increscioso incidente al tendine d’Achille mi blocca in ospedale e mi impedisce di essere fisicamente presente ma sono in costante contatto con il Consolato francese per seguire le fasi del vertice bilaterale Italia-Francia che servirà sicuramente a rafforzare le nostre già solide relazioni culturali”. Queste le parole del direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger

A partire dalle ore 20 del 26 febbraio e per tutta la giornata del 27, divieto di sosta e fermata con rimozione coatta nelle seguenti strade: piazza Trieste e Trento, nell’area compresa tra Palazzo Reale e il Teatro San Carlo, via Cesario Console alla confulenza con via Santa Lucia a piazza del Plebiscito, via Giuseppe Antonio Pasquale, ambo i lati fino a piazzetta San Ferdinando, via Lanza ambo i lati, via Titina De Filippo ambo i lati, via Nuovo Teatro San Ferdinando fino all’incrocio con piazzetta Fossi a Pontenuovo, via Cesare Rosaroll dalla confluenza con piazza Pontenuovo all’altezza del civico 146, piazzetta Teatro San Ferdinando e piazzetta Fossi a Pontenuovo. Nella giornata di domani, invece, scatterà il piano traffico vero e proprio. A partire dalle ore 7 del mattino, infatti, e fino a cessate esigenze, scatterà il divieto di transito in via Giuseppe Antonio Pasquale, via Cavara, via Lanza, via Nuovo Teatro San Ferdinando, via Titina De Filippo.

Sempre dalle ore 7 di giovedì 27, divieto di sosta e di fermata in Corso Meridionale, lato stazione, angolo Corso Novara all’altezza del varco Polfer, zona antistante il marciapiede di Corso Meridionale parcheggi riservati ai motocicli altezza varco Polfer, via Mezzocannone, eccetto gli stalli riservati a persone diversamente abili dal civico 16 a piazzetta Nilo ambo i lati, piazza del Gesù Nuovo, eccetto gli stalli riservati a persone diversamente abili. Saranno spostati, poi, alcuni posteggi taxi, come quelli di fronte al San Carlo, che saranno spostati provvisoriamente in via Monteoliveto. “

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.