Europa

Brexit, svolta dei laburisti: arriva il sì alle elezioni anticipate

Il Regno Unito alla ricerca di se stesso

Jeremy Corbyn

Contrordine dei laburisti: il partito guidato da Corbyn accetta ora che nel Regno Unito si svolgano elezioni anticipate per cercare di rompere lo stallo sulla Brexit. La svolta giustificata dal fatto che «la condizione di escludere l’uscita senza accordo ormai è rispettata». Lo ha annunciato il leader del partito d’opposizione a margine di una riunione del governo ombra, nel giorno in cui il premier Boris Johnson tenterà di ottenere di nuovo il via libera in Parlamento, presentando un progetto di legge per andare al voto il 12 dicembre.

Jeremy Corbyn ha lanciato su Twitter la sua sfida per la vittoria guardando non solo alla Brexit: «Ora che il no deal non è più sul tavolo, il Labour sosterrà stasera le elezioni», scrive il leader dell’opposizione: «Lanciamo la più ambiziosa e radicale campagna che il nostro Paese abbia mai visto per un vero cambiamento. È la chance di una generazione per costruire un Paese per i molti, non per i pochi. È tempo di farlo».

Determinato a sbloccare l’empasse sulla Brexit, dopo che il Parlamento di Londra ha bocciato per tre volte il suo piano (l’ultima volta ieri), Boris Johnson ha escogitato di aggirare la legge elettorale presentando una proposta di legge che richiede una maggioranza semplice per sciogliere le camere e andare al voto anticipato ma aprendo lo spazio per una battaglia di emendamenti: da quelli sulla data della consultazione.

Il testo, che si inizierà a dibattere verso le 14.30 italiane, prevede il voto per il 12 dicembre. Il Labour preannuncia tuttavia due emendamenti, destinati – se lo speaker John Bercow li ammetterà – ad avere il sostegno anche di LibDem e indipendentisti scozzesi dell’Snp fra i banchi delle opposizioni: uno per ottenere l’anticipo della data al 9 dicembre e uno per allargare la platea elettorale a 16enni e 17enni. Il governo sta tuttavia tentando di blindare il testo, per renderlo inemendabile o quasi. E si mostra per ora disposto al massimo ad anticipare il giorno X all’11. Il gruppo laburista, secondo indiscrezioni dei media, ha peraltro ricevuto l’indicazione di votare alla fine a questo punto a favore a qualunque data prenatalizia.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.