Governo

Nome ‘Alto Adige’, Svp corre ai ripari per paura dell’impugnazione.

Nome 'Alto Adige', Svp corre ai ripari per paura dell'impugnazione.

Nome ‘Alto Adige’, Svp corre ai ripari per paura dell’impugnazione.

La cancellazione del termine ‘Alto Adige‘ dal testo di una legge ha scatenato un putiferio indesiderato per la Südtiroler Volkspartei, il partito di governo a Bolzano che pure quell’emendamento proposto dalla destra tedesca lo ha approvato. Nel fine settimana sono proliferate una serie di notizie erronee, riportate dai principali quotidiani nazionali, secondo cui la parola ‘Alto Adige’ sarebbe stata abolita per legge. Nulla di più falso. Quello che è vero invece, è che la sostituzione del termine con ‘Provincia di Bolzano’, nella parte italiana del disegno di legge numero 30 relativo a “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi della Provincia autonoma di Bolzano derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea” può provocare l’impugnazione della norma da parte dello Stato, come ha annunciato il ministro Francesco Boccia. Esattamente quello che la Svp non voleva, perché all’interno della legge è contenuto un articolo per cui ha lottato per tutta l’estate: la parificazione del tedesco all’italiano per l’iscrizione agli albi professionali.

È questo il vero nodo di tutta la vicenda: basta sapere il tedesco per esercitare come medico nella provincia di Bolzano. Il presidente Arno Kompatscher e la Svp hanno voluto questa norma per evitare la chiusura dei piccoli ospedali sparsi per l’Alto Adige, dove per carenza di medici si è pensato di far arrivare i giovani specializzandi austriaci. La vicenda nasce dal caso del dottor Thomas Müller, austriaco, dal primo marzo 2018 primario su chiamata diretta del Laboratorio centrale dell’ospedale San Maurizio di Bolzano che, in seguito ad una richiesta di verifica di conoscenza dell’italiano avanzata dal ministero della Salute all’Ordine dei medici, aveva dimostrato di possedere una conoscenza della lingua solo “passiva”. La nuova legge lo salva dall’espulsione, così come permetterà ad altri medici germanofoni di coprire i buchi della sanità altoatesina.

3 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.