Parlamento

Copasir, il centrodestra ha designato il leghista Volpi

Copasir, il centrodestra ha designato il leghista Volpi

Raffaele Volpi

La conferma arriva dopo un incontro pomeridiano tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni, i quali hanno raggiunto telefonicamente il presidente Silvio Berlusconi.

Volpi, 59 anni, ex sottosegretario alla Difesa del primo governo Conte, andrà a sostituire il democratico Lorenzo Guerini che, nel governo giallorosso, è titolare del dicastero della Difesa. Il leghista, originario di Pavia ma residente nel bresciano, ha vinto la concorrenza interna del forzista Elio Vito e dell’attuale vicepresidente del Copasir, il meloniano Adolfo Urso. Eletto per la prima volta nel 2008 come deputato, nella legislatura successiva è passato a Palazzo Madama dove nel 2014 è stato segretario di presidenza. Nel marzo 2018 è tornato alla Camera e, da presidente del Copasir, ascolterà a breve il premier Giuseppe Conte sul ‘caso Barr-servizi segreti’.“Alla fine la cosa che, almeno Giorgia Meloni, ha ritenuto più importante di tutte è che il centrodestra uscisse compatto con un solo nome. In conseguenza di ciò abbiamo trovato un’intesa che va bene a tutti”, ha detto all’Adnkronos Ignazio La Russa (Fdi) commentando la designazione di Volpi. In casa leghista si precisa che “non risultano contropartite” che FdI, secondo alcune ricostruzioni, avrebbe chiesto in cambio del ritiro della candidatura di Urso. Le due forze politiche “hanno deciso di convergere sul candidato della Lega – viene spiegato da fonti di FdI – ed è stata trovata un’intesa di massima, un quadro in cui operare, per evitare future frizioni e divisioni quando si dovranno decidere i candidati alle prossime regionali e per la guida delle authority. Questa volta abbiamo favorito la Lega, la prossima Fratelli d’Italia pretenderà che gli altri favoriscano noi”. Insomma, delle candidature per le Regionali si parlerà più avanti.

Il nome di Volpi alla guida del comitato parlamentare che sovrintende ai servizi segreti sembrava sicuro sin dall’inizio, frutto di un accordo all’interno di tutto il centrodestra, compresi Fdi a Forza Italia. Con il passare delle ore sono andati aumentando i dubbi nella maggioranza sulla nomina dell’ex sottosegretario alla Difesa del primo governo Conte. Sarebbero stati  soprattutto i 5 stelle (“anche con la sponda del premier Conte”, spiegano fonti pentastellate) ad esprimere perplessità. Per quanto il curriculum del deputato del Carroccio sia specchiato, per i grillini la vicenda dei presunti fondi russi resta scivolosa e soprattutto mai chiarita dall’ex alleato di governo. E i dubbi sarebbero stati presto condivisi dai vertici dell’intera maggioranza.

Tuttavia alla fine Volpi l’ha spuntata ed è stato eletto a maggioranza assoluta senza difficoltà. Le tre schede bianche sono state per l’appunto quelle degli esponenti grillini. A sostegno del candidato del centrodestra anche il Pd e Iv. L’azzurro Vito, invece, riferiscono fonti parlamentari dell’opposizione, avrebbe deciso di non votare il leghista Volpi e di sfilarsi così dall’accordo chiuso ieri nel centrodestra.

Il presidente nominato potrebbe indire la convocazione di un ufficio di presidenza in tempi brevi anche per discutere sulla possibile convocazione del presidente edl Consiglio riguardo ai contatti americani con i servizi italiani sulla vicenda Russiagate.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.