Governo

Renzi a Conte: “Non siamo contro il governo ma contro l’aumento delle tasse”.

Nasce Italia Viva, i renziani si scindono dal Pd

Matteo Renzi

Risponde su Facebook, Matteo Renzi. Il leader di Italia Viva replica al premier Giuseppe Conte che ieri ha espresso la propria irritazione per le continua sfide del senatore fiorentino al suo governo. “Non abbiamo bisogno di fenomeni. È inaccettabile che ogni giorno Renzi rimarchi una spazio politico”, ha detto il presidente del Consiglio.

Ma Renzi non recepisce l’appello al silenzio e anche oggi controreplica: “Italia Viva studia le carte, lancia proposte, trova coperture. Propone idee insomma. Questa è la prima novità: si discute di tasse e asili nido, non di mojito e alleanze. Noi non siamo contro il Governo, anzi: ma noi siamo contro l’aumento delle tasse”. L’ex premier si attribuisce così un ruolo decisivo – e su questo si è scontrato con il Pd – per l’evitato aumento dell’Iva

Sulla tensione nel governo interviene anche il ministro della Salute, Roberto Speranza: “Dobbiamo creare un clima di massima coesione e condivisione”, dice. E ancora: “Matteo Renzi non può mettere in pericolo il governo perché l’esecutivo è forte”. E parla la ministra renziana per la Famiglia e le pari opportunità Elena Bonetti:  “Conte non è sereno? Io lo sono e anche molto. Ho chiaro qual è il programma del governo e l’impegno che mi sono presa nel gioco di squadra”, dice.

Carlo Calenda, ex ministro fuoriuscito dal Partito democratico, liquida il tutto con la parola ‘macello’: “Questo governo?  È un macello: Conte che attacca Renzi, Renzi che attacca Conte, Zingaretti che attacca Renzi, Renzi che attacca tutti: non si può davvero andare avanti così, ma era evidente che questo sarebbe successo”.

Intanto Renzi fa sapere che la sua pattuglia in Senato è cresciuta con un nuovo arrivo dal Pd, quello di Anna Maria Parente: “Molti cittadini, in tutta Italia, si stanno avvicinando a noi. C’è un entusiasmo persino sorprendente. E la Leopolda lo dimostrerà. Cresciamo anche in Parlamento: da oggi si è unita a noi una delle senatrici più brave e competenti. Annamaria Parente ci ha aiutato molto sul Dopo di Noi, sul sociale, sul JobsAct, sul ruolo delle donne nella società. Benvenuta a lei e ai tanti che ci stanno dando una mano su tutti i territori”. A questo punto i senatori di Italia Viva salgono a quota 17, in un’assemblea – quella di Palazzo Madama – dove i numeri sono più incerti (alla Camera sono 25). Prima di Parente a entrare nel gruppo di Italia Viva in Senato era stata Silvia Vono, in arrivo dai Cinquestelle. Ma Renzi non intende fermarsi qui e ha più volte annunciato di voler portare la sua “pattuglia” in Parlamento a quota 50.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.