Europa

La Grecia chiede 377 miliardi di euro per le riparazioni della Seconda Guerra Mondiale

La Grecia chiede 377 miliardi di euro per le riparazioni della Seconda Guerra Mondiale

Alexis Tsipras e Angela Merkel

Il governo greco ha inviato una nota diplomatica verbale alla Germania chiedendo a Berlino di discutere le riparazioni da versare ad Atene per crimini di guerra durante la Seconda Guerra mondiale. L’esecutivo tedesco ritiene da anni la questione chiusa.

Il ministero degli Esteri greco ha fatto sapere che la nota è stata presentata al governo tedesco per chiedere “il suo ingresso nei negoziati per risolvere la questione pendente delle richieste della Grecia per i risarcimenti e il risarcimento per la Prima e la Seconda Guerra mondiale”.

La somma richiesta è pari 377 miliardi di euro di riparazioni di guerra : è questo il contenuto di una nota consegnata ieri dall’ambasciatore greco a Berlino, secondo quanto riferisce Bild.

Il contratto per i danni di guerra provocati dai tedeschi durante il periodo 1939-1945 è stato chiuso nel 1990, riferisce la testata. Il governo greco fa riferimento alle “distruzioni materiali”, tra cui i danni per “la demolizione delle fabbriche”, per il rimborso del prestito di occupazione della banca di Stato e chiede la restituzione del tesoro archeologico.

Il parlamento greco ha approvato in aprile una proposta che invita l’esecutivo ad adottare “tutte le opportune misure diplomatiche e legali per chiedere che vengano soddisfatte in maniera totale tutte le richieste dello Stato greco”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.