Società

Heather Parisi: “Il disprezzo nei confronti del diverso è sintomo di razzismo. Provo vergogna per Rita Pavone”

Heather Parisi: "Il disprezzo nei confronti del diverso è sintomo di razzismo. Provo vergogna per Rita Pavone"

Heather Parisi: “Il disprezzo nei confronti del diverso è sintomo di razzismo. Provo vergogna per Rita Pavone”

“La diffidenza, il disprezzo nei confronti del diverso, la paura dell’estraneo e la tendenza a sentirsi meglio degli altri, sono sintomi inequivocabili di razzismo. A Greta Thunberg è stata diagnosticata sindrome di Asperger. Provo vergogna per Rita Pavone e chi ha messo like”. Con queste parole apparse sul suo profilo Twitter, Heather Parisi commenta l’attacco della cantante italiana a Greta Thunberg, da lei definita “un personaggio da film horror“.

Molti utenti hanno condiviso il pensiero della showgirl, biasimando la Pavone. Lei stessa ha fatto marcia indietro, scusandosi con la 16enne attivista per il clima, dopo le tante critiche ricevute per il suo post, apparso sui social. “Quella ‘bimba’ con le treccine che lotta per il cambio climatico, non so perché ma mi mette a disagio. Sembra un personaggio da film horror…” aveva cinguettato.

La diffidenza, il disprezzo nei confronti del diverso, la paura dell’estraneo e la tendenza a sentirsi meglio degli altri, sono sintomi inequivocabili di razzismo. A Greta Thunberg è stata diagnosticata sindrome Ausberger e OCD. Provo vergogna per Rita Pavone e chi ha messo like.

“Ho fatto una gaffe enorme”, si è scusata poi la cantante, “perché non sapevo che avesse la sindrome di Asperger, nessuno l’ha detto mai in televisione. Io mi ricordavo la ragazzina con le treccine di un film e ho detto che mi metteva a disagio. Non direi mai una cosa così e trovo cattivo e orrendo che la gente aspetti un qualsiasi errore che tu fai nella vita per azzannarti come se fossero lupi”.

Polemica chiusa? Neanche per idea. Colpa di Lorella Cuccarini, con la “showgirl sovranista” che ha messo un like al primo post di Rita Pavone. Un “mi piace” che non è passato inosservato sul web e in particolare alla sua arcirivale per antonomasia: Heather Parisi. Non c’è settimana in cui la ballerina Usa – ma naturalizzata italiana – non sia protagonista di un diverbio social con la Cuccarini. Il secondo attacco di fila di Heather a Lorella dopo quello di 48 ore prima dallo studio di Barbara D’Urso.

Ma Rita Pavone non ci sta. E ha risposto alle accuse di razzismo di Heather Parisi con un altro post al veleno: “In primis, l’uso improprio della parola razzista è da querela. Io ho parlato di disagio. Le parole ‘diverso, disprezzo e diffidenza verso gli altri’ sono tue e tu te ne prendi la responsabilità. E tanto che tu sappia, gli autistici hanno una intelligenza maggiore della nostra”. A quando la controreplica della ballerina nata a Los Angeles?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.