Europa

Hackerati i dati personali di centinaia di politici tedeschi: ci sono anche la Merkel e il presidente Steinmeier

Hackerati i dati personali di centinaia di politici tedeschi
Frank-Walter Steinmeier e Angela Merkel

I dati personali di centinaia di politici tedeschi, tra cui la cancelliera Angela Merkel e il presidente Frank-Walter Steinmeier, sono stati pubblicati su internet. Ad annunciarlo è stato il governo di Berlino, senza confermare che all’origine ci sia un attacco informatico. Una portavoce dell’esecutivo ha sottolineato che “nessun dato sensibile” della cancelliera è stato reso pubblico, confermando però il suo coinvolgimento nella pubblicazione di informazioni. I dati sono stati diffusi nei giorni di Natale via Twitter, su un account basato ad Amburgo che poi è stato chiuso, ma il governo non ne ha dato notizia sino a venerdì. Nel 2015 la Russia era stata accusata di attacchi hacker in cui furono rubati dati da computer del Bundestag e l’anno scorso le reti del governo di Berlino furono prese di mira di nuovo, con sospetti di nuovo su Mosca.

Bild ha scritto che tutti i dati pubblicati sarebbero precedenti all’ottobre 2018, mentre non è chiaro a quando risalgano i più vecchi. La maggior parte dei contenuti è costituita da centinaia di numeri di telefoni cellulari e indirizzi, assieme a documenti interni ai partiti, come liste di aderenti. Sono state rese pubbliche anche conversazioni chat, documenti d’identità, lettere e coordinate bancarie. Secondo uno dei documenti pubblicati in linea, compaiono tra i dati due indirizzi email di Merkel, un numero di fax, alcune lettere ricevute e spedite. Tutti i principali partiti rappresentati in Parlamento sono stati colpiti, fatta eccezione per il partito d’estrema destra AfD. Del leader dei Verdi, Robert Habeck, sono state pubblicate chat private con familiari e informazioni su carte di credito, mentre tra gli artisti coinvolti ci sono i comici Jan Böhmermann e Christian Ehring, il rapper Marteria, il gruppo rap K.I.Z.

Il governo “non può né confermare né smentire” a questo stadio dei fatti che si tratti di un attacco informatico, come già accaduto in Germania, ha precisato la portavoce del ministero dell’Interno, Sören Schmidt. L’ufficio federale per la sicurezza informatica (Bsi) ha scritto su Twitter che sta indagando su “un attacco informatico contro dei politici”, mentre il centro nazionale per la cyberdifesa ha convocato un incontro in giornata. La ministra tedesca della Giustizia, Katarina Barley, ha denunciato “un grave attacco” di “coloro che vogliono sabotare la fiducia nella democrazia e nelle sue istituzioni”, ha riferito l’agenzia tedesca dpa.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.