Centrodestra

L’ex segretaria di Bossi: “I conti della Lega svuotati in modo intenzionale, Salvini lasciò fare”

L’ex segretaria di Bossi: “I conti della Lega svuotati in modo intenzionale, Salvini lasciò fare”
Daniela Cantamessa

Daniela Cantamessa è la storica ex segretaria di Umberto Bossi, a capo della Lega Nord dal dicembre 1989 all’aprile 2012.

La donna racconta che, finché c’era Bossi, le casse della Lega erano piene (circa 40 milioni di euro). Quando arrivò Roberto Maroni le finanze del Carroccio furono letteralmente dilapidate in poco più di due anni. Il tutto con l’assenso di Matteo Salvini, che non mosse un dito nonostante la stessa Cantamessa gli avesse espressamente chiesto spiegazioni su cosa stesse accadendo alla Lega, allarmata perché le casse si stavano svuotando. Una truffa che sarebbe stata ordita dall’ex segretario Umberto Bossi e dal tesoriere Francesco Belsito.

“Fino a quel giorno ero convinta che Salvini fosse uno di noi”, ricorda l’ex segretaria del Senatùr nella nostra intervista. “Gli dissi ‘fai qualcosa che qui stanno sparendo tutti i soldi’. Lui mi ascoltò ma non si sbilanciò…”.
A partire dal 2012 buona parte delle attività contabili e amministrative – fino a quel momento gestite internamente al partito –  furono esternalizzate con subappalti costosissimi a società terze spesso proposte dallo stesso Maroni.

I militanti ex dipendenti della Lega, come la donna che oggi ha deciso di vuotare il sacco, furono licenziati o messi in cassa integrazione proprio in quegli anni della grande abbuffata maroniana.

1 risposta »

  1. È in un’intervista esclusiva concessa a The Post Internazionale (TPI.it) che l’ex segretaria di Bossi è tornata ad avanzare pensanti accuse contro l’utilizzo che la Lega avrebbe fatto dei 49 milioni di euro illecitamente sottratti al popolo italiano. Dopo aver sostenuto che Salvini sappia perfettamente dove sarebbero finiti quei soldi, ora accusa: «La Lega aveva tanti soldi in cassa, ma Giorgetti mi disse che bisognava mettere da parte un milione di euro per incentivare il personale a licenziarsi».
    Daniela Cantamessa racconta anche come le attività del partito vennero esternalizzate «con spese allucinanti» e «il personale interno liquidato, nonostante costasse solo 4 milioni all’anno». «Cosa pensammo? Che ci fosse in atto un’azione per chiudere la Lega».

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.