Europa

Accordo con Juncker sui dazi, in Europa gas americano e soia

Accordo con Juncker sui dazi, in Europa gas americano e soia

Jean Claude Juncker e Donald Trump

Accordo tra Usa e Unione europea, per scongiurare una guerra commerciale. Lo hanno raggiunto i presidenti Trump e Juncker, durante il loro incontro di ieri alla Casa Bianca. In base all’intesa, le due parti lavoreranno per abbassare le tariffe reciproche sui prodotti industriali, aumentare le esportazioni di gas liquefatto e soia americana nel Vecchio Continente, e allineare gli standard regolatori delle apparecchiature mediche, affinché abbiano accesso più facile nella Ue. Questo dovrebbe bloccare la minaccia di Trump di imporre dazi del 25% sulle importazioni di auto anche se Trump ha ribadito che i «zero dazi» non riguarderanno l’industria automobilistica. La questione del gas invece si lega alla sicurezza energetica dell’Europa, di cui il capo della Casa Bianca aveva parlato al vertice Nato, perché rappresenta un’alternativa alle forniture russe di Nord Stream 2, e si lega al gasdotto Tap che dovrebbe portare in Italia le risorse del Mar Caspio. La riduzione reciproca delle tariffe sui prodotti industriali era stata proposta dal segretario al Commercio Ross.

Il capo della Casa Bianca aveva introdotto il clima dell’incontro con questo tweet, pubblicato martedì sera: «La Ue viene a Washington per negoziare un accordo sui commerci. Io ho un’idea per loro. Usa e Ue cancellano entrambi tutte le tariffe, le barriere e i sussidi! Ciò potrebbe finalmente essere chiamato libero mercato equo. Spero lo facciano, noi siamo pronti, ma non ci staranno!». Ieri mattina, poi, aveva attaccato gli americani che criticano la sua linea aggressiva: «Ogni volta che vedo un politico debole che chiede di mettere fine ai colloqui sui commerci, o all’uso delle tariffe per contrastare tariffe ingiuste, io mi chiedo: cosa pensano? Dovremmo continuare a lasciare che i nostri agricoltori e il nostro paese vengano derubati? L’anno scorso abbiamo perso 817 miliardi di dollari nei commerci. Niente debolezza!».

Seduto nello Studio Ovale con Juncker, il capo della Casa Bianca ha assunto un tono diverso, anche perché il suo rapporto personale con lui è buono: «Jean-Claude è un politico molto intelligente e tosto, che rappresenta bene i suoi paesi. Io devo difendere gli interessi degli Stati Uniti, ma penso che possiamo trovare un’intesa utile anche alla Ue». Juncker, ricordando che durante il recente viaggio nel Vecchio Continente Trump aveva definito Bruxelles un nemico, ha risposto così: «Noi siamo partner stretti, alleati, non nemici. Dobbiamo lavorare insieme». Quindi ha aggiunto: «Insieme rappresentiamo metà dei commerci mondiali, perciò credo che dobbiamo parlare tra di noi, non contro di noi. È ciò che faremo». Trump ha annuito, e ha colto l’occasione per fare la sua proposta: «Oltre il 50% dei commerci mondiali. Una grande cifra, se ci pensate. La nostra proposta è togliere tutte le tariffe, le barriere e i sussidi. Stiamo lavorando bene, penso che possa uscire qualcosa di buono da questo incontro». E alla fine Trump ha detto: oggi è un grande giorno, abbiamo lanciato una nuova fase dei rapporti con la Ue, ora sono più forti. Quindi ha detto che rivedranno le sanzioni su alluminio e acciaio.

La posizione di Bruxelles è che tra Usa e Ue non c’è squilibrio commerciale. Bruxelles non è contraria per principio all’idea di togliere tutti dazi, ma ad alcune condizioni. La prima è che il provvedimento non sia solo bilaterale con gli Usa, perché altrimenti la Ue sarebbe costretta a concedere le stesse condizioni a paesi come Giappone, Cina, Corea, India, che non darebbero nulla in cambio. Da qui l’idea di negoziare un’intesa anche con loro. Ma l’intesa di ieri sembra superare gli attriti, scongiurando il rischio dello scontro.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.