Lavoro

Chiara Appendino e Sergio Chiamparino sul dopo-Marchionne: Fca mantenga legame con Torino

Chiara Appendino e Sergio Chiamparino sul dopo-Marchionne: Fca mantenga legame con Torino

Sergio Marchionne

Sono peggiorate le condizioni di Sergio Marchionne, che non potrà riprendere la sua attività lavorativa. Lo rende noto Fca.

Fiat Chrysler Automobiles “comunica con profonda tristezza che in settimana sono sopraggiunte complicazioni inattese durante la convalescenza post-operatoria del Dr. Marchionne, aggravatesi ulteriormente nelle ultime ore”. Lo si legge in una nota di Fca, che aggiunge che “per questi motivi il Dr. Marchionne non potrà riprendere la sua attività lavorativa”.

Il consiglio di amministrazione di Fca, prosegue il comunicato, “riunitosi in data odierna, ha espresso innanzitutto la sua vicinanza a Sergio Marchionne e alla sua famiglia sottolineando lo straordinario contributo umano e professionale che ha dato alla società in questi anni”. Secondo precedenti indiscrezioni, Marchionne è stato operato a fine giugno alla spalla destra ed è ancora ricoverato all’ospedale di Zurigo, in Svizzera.

L’ultima apparizione in pubblico di Sergio Marchionne è datata 26 giugno, quando consegnò la Jeep Wrangler ai Carabinieri.

Da Marchionne a Manley, Fca deve mantenere il legame con Torino. Lo affermano la sindaca della città Chiara Appendino e il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, nel commentare il cambio al vertice della casa automobilistica.

“Dopo i quattordici anni passati da Sergio Marchionne alla guida di Fiat prima e poi di Fca, ora il timone, come ha deciso questo pomeriggio il consiglio d’amministrazione, passa a Mike Manley, a cui auguro di mantenere Fca ai vertici del mercato internazionale dell’auto raggiunti dal suo predecessore e con il quale auspico di poter collaborare nell’interesse sia del Gruppo e sia della nostra città, la cui economia è ancora fortemente legata all’industria dell’auto” scrive Chiara Appendino. “Da parte mia, insieme agli auguri di buon lavoro, rivolgo al neo ad Manley l’invito a guardare con attenzione alla nostra città – aggiunge la prima cittadina – perché, oltre allo storico legame con il gruppo, ha saputo costruire nel tempo un sistema fatto di conoscenza, competenze, infrastrutture, centri di ricerca scientifica, imprese innovative e aziende ad alto contenuto tecnologico che possono contribuire alla crescita del settore automotive e, più in generale, dell’economia del nostro territorio. Ecco – prosegue Appendino – credo che, con vantaggio reciproco, Torino possa dare molto al gruppo Fca e altrettanto possa e, a mio parere debba, dare Fca alla città”.

“Continueremo a lavorare per rafforzare il ruolo di Torino e di questa parte del Piemonte sia nell’alta gamma sia nella ricerca strategica sul futuro dell’automobile” afferma il governatore Chiamparino. “Ricordo Sergio Marchionne soprattutto negli intensi anni che abbiamo vissuto a partire dal 2004, quando la Fiat era giunta al punto più critico della sua storia e lui fu nominato amministratore delegato – afferma il governatore -: una figura per lo più sconosciuta ai torinesi, che in breve tempo si affermò come leader di grande capacità innovativa. Con lui ci furono anche momenti di duro confronto, che però nel tempo si sono dimostrati utili sia per il gruppo sia per Torino, garantendo non solo il salvataggio di FCA ma anche l’importante crescita che ha vissuto in questi ultimi anni”.

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.