Cronaca

Omicidio Varani, 30 anni a Foffo in secondo grado

Omicidio Varani: Foffo e Prato rinviati a giudizio

Luca Varani

Confermata in appello la condanna a 30 anni di reclusione per Manuel Foffo, responsabile insieme con l’amico Marco Prato dell’omicidio di Luca Varani, avvenuto a marzo del 2016 in un appartamento al Collatino durante un festino a base di alcol e droga. E’ stato uno dei delitti più efferati compiuti a Roma negli ultimi vent’anni. I giudici della Corte d’Assise di Appello di Roma hanno condannato Foffo per omicidio volontario riconoscendo dunque l’aggravante della crudeltà, esattamente come la sentenza di primo grado, il cui processo si era svolto con rito abbreviato.

Nella sua requisitoria il pg ha spiegato che Foffo, a differenza di Marco Prato, ha scelto la scorciatoia più vantaggiosa, ovvero confessare e fingersi incapace di intendere e volere. Della morte di Varani era accusato anche il complice di Foffo, Marco Prato, il 31enne pr di eventi gay che si suicidò nel carcere di Velletri poco prima dell’inizio del processo.

Subito dopo l’arresto, Manuel Foffo aveva fatto al pm un racconto agghiacciante: “Eravamo usciti in macchina la sera prima sperando di incontrare qualcuno, poi abbiamo pensato a quel ragazzo, conosciuto dal mio amico (Marco Prato ndr)”. Appena entrato in casa su invito di Prato, Luca Varani venne drogato e messo in condizione di non poter reagire né gridare. Poi ore di sevizie e torture. Alla fine il giovane venne ucciso con coltellate e martellate, almeno una trentina secondo le perizie di allora.

Secondo i giudici, prima di Varani, i due cercarono di coinvolgere nel festino altri ragazzi senza riuscire nell’intento. Secondo i periti nominati dalla corte d’assise d’appello, la cui sentenza è maturata dopo un’ora di camera di consiglio, la personalità di Foffo (presente in aula alla lettura del dispositivo) fu soverchiata da quella di Prato ed è stato comunque ritenuto capace d’intendere e volere al momento del fatto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.