Centrosinistra

Sinistra Italiana respinge dimissioni Fratoianni e vira verso il M5S

Sinistra Italiana respinge dimissioni Fratoianni e vira verso il M5S

Nicola Fratoianni

La Direzione Nazionale di Sinistra Italiana ha respinto le dimissioni di Nicola Fratoianni dal ruolo di segretario nazionale. La decisione è stata assunta al termine dei lavori della Direzione Nazionale di Sinistra Italiana dedicata alle valutazioni sul risultato delle elezioni politiche e sugli sviluppi dell’iniziativa a sinistra. Nelle prossime settimane si riunirà l’Assemblea Nazionale di SI che proseguirà il confronto e l’analisi sulla situazione politica che si è venuta a creare, mantenendo il proprio impegno nel contribuire alla costruzione del progetto politico di Liberi e Uguali”, rende noto SI. “Ora è necessario ascoltare in Parlamento le proposte del Movimento 5 Stelle, senza chiedere nulla, ma per far sì che un Governo parta. Naturalmente nessun dialogo con la destra”, ha detto Fratoianni dopo aver presentato le proprie dimissioni.

“È evidente che il risultato di Liberi e Uguali di una settimana fa è stato deludente, oggi discuteremo di questo. Il bivio che abbiamo davanti è provare ad ascoltare la domanda di cambiamento che è venuta dal Paese e provare a misurarsi sul merito e sui contenuti. Il punto è mettere al centro un’agenda sociale che abbia come cuore la lotta alle diseguaglianze e alla povertà. Che è poi la ragione della nascita di Liberi e Uguali, ed è su questo che vogliamo confrontarci e fare tutte le verifiche possibili”, ha detto Fratoianni poco prima dell’inizio della Direzione nazionale di Sinistra italiana parlando con i cronisti. “Immaginare che la responsabilità di un risultato elettorale come quello di Liberi e Uguali sia di un singolo è un errore, troverei sciocco dire che la colpa è stata di uno o di un altro ma non c’è dubbio che la campagna elettorale è stata segnata dalla sovraesposizione di figure che hanno un linguaggio ed una cultura politica che evidentemente non hanno funzionato, hanno contribuito a rendere meno efficace il progetto; non credo però che la colpa sia tutta di d’Alema o di Bersani ma questo ha influito come hanno influito i limiti oggettivi di tutti noi, me compreso”.

“La discussione che apriamo oggi – ha insistito Fratoianni – deve continuare nei prossimi giorni, non solo nei gruppi parlamentari o nei gruppi dirigenti , ma occorre farlo – questa è la mia idea – anche attivando un processo di consultazione largo con tutti coloro che hanno fatto la campagna elettorale o che hanno votato per Liberi e Uguali, provando ad ascoltare quello che ci chiedono. E poi lo faremo intanto con la volontà di confrontarci, poi quale sarà la scelta finale dipenderà dalla nostra discussione ma non solo dalla nostra, dipenderà anche dalle proposte che in questo caso chi avrà l’onere di avanzare una proposta di governo farà al Parlamento”.

Un j’accuse e una ripartenza, cominciando proprio dall’apertura al Movimento 5 Stelle. “Il progetto di Liberi e Uguali va avanti, ma deve distaccarsi dall’immagine di Pd pre-renziano”, spiega Stefano Fassina a margine della direzione nazionale di Sinistra Italiana oggi a Roma. “C’è bisogno di una formazione politica che copra il vuoto a sinistra che si è creato da quando il Pd è diventato un partito di centro”, gli fa eco Sergio Cofferati. “Siamo stati percepiti come parte delle decisioni del governo”, dice Loredana De Petris. “E per noi di Sinistra Italiana che siamo stati cinque anni all’opposizione è stato poco visibile”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.