Europa

Ema, Ue: “Ricorso Milano irricevibile”

Ema ed Eba a Olanda e Francia

Ema ed Eba a Olanda e Francia

Il ricorso presentato da Milano per sospendere la decisione di assegnare ad Amsterdam la sede Ema “è irricevibile” per due motivi: “Carenza di legittimazione passiva” e “difetto assoluto di giurisdizione del Tribunale a pronunciarsi sull’atto impugnato”. E’ quanto si legge nella memoria dell’Ufficio giuridico del Consiglio Ue, che propone al Tribunale dell’Unione europea di “rigettare la domanda di sospensione in via cautelare e di condannare il ricorrente al pagamento delle spese del presente procedimento”.

Il Consiglio, si legge nel documento, “non può accettare la grottesca rappresentazione che il ricorrente offre della procedura di selezione che invece si distingue, rispetto a precedenti decisioni sulla allocazione della sede dell’Agenzia europea dei medicinali, per essere basata sulla comparazione oggettiva di una serie di criteri tecnici”. Le valutazioni, si sottolinea, sono state effettuate da diversi soggetti, a partire dalla Commissione e quindi dai rappresentanti degli Stati membri secondo modalità di voto “volte a selezionare l´offerta migliore”.

Il Comune, inoltre, “ha commesso un errore poiché il Consiglio dell’Unione non può essere considerato l’autore della decisione impugnata” che “non può in alcun modo essergli attribuita”. Non solo. L’ente locale, si ricorda, “non ha avuto alcun ruolo diretto nell’intera procedura di selezione, che ha unicamente visto coinvolta la Repubblica Italiana”.

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.