Centrodestra

Centrodestra favorito, ma diviso su tutto

Centrodestra favorito, ma diviso su tutto

Centrodestra favorito, ma diviso su tutto

Il centrodestra a queste elezioni 2018 è l’unica vera coalizione presente in competizione. Sono la squadra da battere e tutti si aspettano che dopo il 4 marzo siano loro a formare il nuovo governo. Ma è proprio da quella data che iniziano i problemi. Anche perchè loro stanno insieme per antica tradizione; ma ormai la nuova divisione della politica italiana (populisti/riformisti) li divide non più solo a Bruxelles, ma anche a Roma.

In ogni caso, se otterranno i voti necessario per formare un governo; sarà il partito che ha preso più voti fra Lega e Forza Italia a colorare la presidenza del Consiglio. E Matteo Salvini non aspetta altro. Peccato per lui, sembra che sia Berlusconi ad essere il leader del partito del centrodestra più votato. Ma anche in quel caso gli enigmi non finiscono; perchè Berlusconi non può essere eletto e quindi dovrà fare il nome di uno dei suoi. In ogni caso il governo sarà molto fragile; perchè questa coalizione non ha ne un progetto, ne un programma. I partiti di Salvini e Meloni vogliono uscire dall’euro, introdurre la flat tax e quindi far pagare meno i ricchi e sono arrivati persino a promettere l’abrogazione della legge sulle unioni civili.

Il partito di Berlusconi e la sua bad company di Noi con l’Italia (a cui ci sono da sommare Udc e Idea) non sono certo degli angeli; ma sono più in sintonia con quanto fatto dal governo della legislatura uscente. In ogni caso pronostico che il loro governo sia una riedizione di quello dell’Unione 2006-2008. Massimo due anni e poi mai rivedersi più.

Ma è se non otterranno i voti per formare il governo questo processo potrebbe accellerare e a seconda dei numeri in parlamento ecco che si cercheranno maggioranze alternative. Lega e Fdi cercheranno un’alleanza con il M5s; Fi e NcI lo faranno con il csx. Ma potrebbe anche essere impossibile formare qualunque tipo di maggiorabzna stabile. E allora si riandrebbe a votare. Ma scoprendo subito le carte. Il centrodestra non esisterebbe più.

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.