Centrosinistra

Potere al Popolo, la lista del Prc e del resto della sinistra antagonista

Potere al Popolo

Potere al Popolo

Alle prossime elezioni politiche Rifondazione comunista sarà in campo a fianco dei movimenti e comitati di tutta Italia guidati dal centro sociale napoletano “Je so’ pazzo”, che ogni giorno lottano nei territori militando nei quartieri, nelle piazze o sui posti di lavoro per contrastare la disumanità dei nostri tempi, il cinismo del profitto e della rendita, le discriminazioni di ogni tipo, lo svuotamento della democrazia.

Si tratta di un’esperienza politica radicale e totalmente nuova, che fa capo alla lista “Potere al popolo”, nata lo scorso 18 novembre durante un’affollatissima assemblea al teatro Italia a Roma, quando giovani precari, disoccupati, lavoratrici e lavoratori sottoposti ogni giorno a continui ricatti, esodati e pensionati si sono riuniti per lanciare un tentativo nuovo nella storia della sinistra, partendo dal basso, senza leader imposti e con una classe dirigente completamente nuova.

Un esperimento che mira a dare voce alla maggioranza di persone escluse di questo Paese che diventeranno protagoniste perché stanche di non essere rappresentate e di aspettare il salvatore di turno, con l’obiettivo di creare un fronte contro l’attuale barbarie dai mille volti: la disoccupazione, il lavoro che sfrutta e umilia, le guerre, i migranti lasciati annegare in mare, la violenza maschile contro le donne, un modello di sviluppo che distrugge l’ambiente, i nuovi fascismi e razzismi, la retorica della sicurezza che diventa repressione.

Dal 18 novembre in poi sono partite decine di assemblee territoriali per incontrare, conoscere, unire, definire un programma condiviso, per scegliere insieme persone candidabili degne e determinate, che siano in grado di far sentire una voce di protesta, che abbiano una storia credibile di lotta e impegno, che rompano l’intreccio di affari, criminalità, clientele, privilegi e corruzione.

All’assemblea di domenica 17 dicembre è stato presentato il programma elettorale elaborato attraverso il dibattito nelle oltre 60 assemblee territoriali che si stanno svolgendo in tutto il Paese e i contributi che tantissime persone stanno inviando alla piattaforma di “Potere al Popolo”. L’assemblea ha visto anche la presenza di rappresentanti di Podemos, France Insoumise e altri rappresentati della Sinistra Europea. Ci sono stati interventi di Manuel Monereo di Podemos, protagonista con Pablo Iglesias del programma Fort Apache, e di Sophia Chirikou responsabile della comunicazione di France Insoumise. E ancora; l’ambasciatrice palestinese in Italia Mai Alkaila, Haidi Gaggio Giuliani, attivisti del movimento NoTap e NoTav, la testimonianza di diverse vertenze del mondo del lavoro, da Almaviva all’Ast di Terni, del collettivo Askavusa di Lampedusa impegnato da anni nelle reti antirazziste per l’accoglienza, della Coalizione Internazionale Sans Papier e Migranti, di costituzionalisti, artisti e scrittori tra cui Marta Fana e Francesca Fornario.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.