Centrosinistra

Il nuovo centrosinistra a quattro gambe

Il nuovo centrosinistra a quattro gambe

Il nuovo centrosinistra a quattro gambe

L’ultimo tassello è stato messo a posto ieri con l’intesa sancita fra Matteo Renzi e i Verdi. A questo punto il leader Pd potrà contare anche sull’appoggio della quarta “gamba” della coalizione di centrosinistra. Che affiancherà i centristi provenienti da Ap, la lista di Emma Bonino “Più Europa” e quella del Pd.

Walter Veltroni ha detto che «io e Prodi siamo sempre invocati perché L’Ulivo è stato importante». E allora rieccolo l’Ulivo. È nel simbolo della nuova aggregazione di sinistra in appoggio al Pd. Che si chiama “Insieme” ed è appena stata battezzata all’Hotel Nazionale. Di prodiano c’è il simbolo, ci sono personaggi come Giulio Santagata, amico del Professore, e che torna in politica, c’è quel che resta del progetto di Pisapia (senza di lui ma con il pisapiano Massimo Zedda, sindaco di Cagliari) che a Prodi ha incoraggiato e via così. Con l’adesione di Angelo Bonelli, prende corpo quella lista alleata “di sinistra”, assieme ai socialisti di Nencini, alcuni prodiani ed ex campo Progressista in Area Civica.

Per quanto riguarda il fronte centrista, la direzione di Ap di ieri ha certificato la scissione, confermando che alcuni ex alfaniani saranno al fianco del Pd con una lista dei moderati: in prima linea ci saranno Pierferdinando Casini, Beatrice Lorenzin e Fabrizio Cicchitto. Ma il gruppo di testa comincia ad allargarsi. Oggi la capogruppo in Senato Laura Bianconi ha annunciato che resterà nella parte di partito che si allea con il centrosinistra. Di questa gamba faranno parte anche i ”sopravvissuti” dell’Idv. Il loro segretario Ignazio Messina è venuto allo scoperto proprio oggi: «Al momento stiamo dialogando per una coalizione che abbracci un’area liberal-democratica, insieme a Beatrice Lorenzin e a Pier Ferdinando Casini e poi insieme a tanti sindaci e amministratori, con cui mettere in piedi un progetto politico, per costruire la nuova ipotesi di governo».

L’ultima “gamba” – ma non per importanza – è quella radicale, capitanata da Emma Bonino e Benedetto Della Vedova. Si chiamerà “più Europa” e conta sulla norma che prevede una drastica riduzione nella raccolta delle firme per le liste. Un emendamento alla manovra taglia infatti del 75% le firme necessarie per presentarsi alle Politiche. È il suggello all’intesa con Renzi.

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...