Allarme meteorologico a Roma e Livorno

Allarme meteorologico a Roma e Livorno
Allarme meteorologico a Roma e Livorno
Allarme meteorologico a Roma e Livorno

E’ di sei morti e due dispersi il bilancio provvisorio del nubifragio che si è abbattuto su Livorno. La pioggia ha cominciato a cadere a partire dalle 20 di sabato e non ha smesso fino all’alba provocando esondazioni dei torrenti e allagamenti. Una famiglia intera è stata spazzata via mentre si trovava nella propria casa che, nel cuore della notte, si è allagata. Le vittime sono state trovate in un appartamento seminterrato di via Nazario Sauro a Livorno: padre, madre un bambino di quattro anni ed il nonno. La procura di Livorno ha avviato indagini.

«In due ore stanotte sono caduti 250 millimetri di pioggia – ha detto il sindaco di Livorno Filippo Nogarin – Una bomba d’acqua più intensa di quanto lasciava presagire l’allerta arancione».Resterà ancora, almeno fino a domani per la città di Livorno, l’allerta arancione diramata ieri dalla Regione Toscana. E sempre lunedì le scuole resteranno chiuse. «La situazione sta lentamente migliorando» ha detto nel pomeriggio Nogarin tracciando un primissimo bilancio dopo il vertice al quale ha partecipato anche il governatore della Toscana Enrico Rossi. «L’Italia tutta abbraccia Livorno. Vicinanza alle famiglie delle vittime, pieno sostegno a Sindaco e Regione per fronteggiare l’emergenza» ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Mattarella: politica rifletta su clima . «Questa ennesima calamità provocata da straordinario maltempo dovrà sollecitare al più presto nel mondo politico una riflessione, seria e approfondita, sugli effetti dei cambiamenti climatici e su come difendere efficacemente il nostro territorio» ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a proposito del nubifragio che ha colpito Livorno e la Toscana.

A Livorno padre, madre e figlio, Simone Ramacciotti e Glenda Garzelli con il piccolo Filippo, sono morti mentre il nonno Roberto tentava disperatamente di portarli in salvo. È riuscito a salvare solo la nipote più piccola, Camilla di 3 anni, ma quando si è ributtato nell’acqua che riempiva completamente l’appartamento del piano terra per salvare l’altro nipote non ce l’ha fatta. Il nonno non è riuscito a salvare il nipote più piccolo, quattro anni festeggiati proprio la sabato sera. E non è riuscito neppure a tirarsi in salvo. Un’altra persona è deceduta in via della Fontanella: si tratta di Raimondo Frattali, di 70 anni. La sesta vittima è stata ritrovata a Montenero, in via Sant’Alò. È Roberto Vestuti, 74 anni di Carrara.
Un’altra vittima in uno scontro frontale sulla via Emilia . Si tratta di un ragazzo livornese, Matteo Nigiotti. Non è stato ancora stabilito con certezza se la morte sia legata al maltempo.

Il sindaco di Livorno: l’emergenza non è finita. I problemi più seri di questa ondata di matlpo riguardano proprio l’alta Toscana, in particolare le province di Livorno e Pisa. Nel Livornese, a Quercianella, è stato evacuato un campeggio. Nel Pisano, a San Giorgio, quattro ragazze in auto rimaste bloccate in un sottopasso e rifugiatesi sul tetto del veicolo sono state messe in salvo dai vigili del fuoco. Nelle due città il comando regionale dei pompieri ha mandato rinforzi da Arezzo, Siena e Grosseto: a Pisa al lavoro 40 unità, a Livorno inviato anche il nucleo sommozzatori e soccorritori fluviali da Firenze e creato un posto di comando avanzato.

Campidoglio: a Roma 100 mm pioggia in 3 ore. Situazione critica anche a Roma, dove nella mattinata si è abbattuto un nubifragio. In città sono caduti 100 millimetri di pioggia in tre ore anziché 70 millimetri nell’intera giornata come ci si attendeva, ha fatto sapere il Campidoglio, che ha parlato di «precipitazioni con carattere di eccezionalità». Fatto sta che in mattinata sono state chiuse alcuni tratti delle linee della metropolitana. Il tratto Eur Magliana-Laurentina della metro B è stato riaperto nel pomeriggio. Sulla linea A restano chiuse invece le stazioni Lucio Sestio, Porta Furba e Cinecittà, nelle quali i treni transitano senza fermarsi. In precedenza era stata riaperta la stazione Repubblica. Regolare la ferrovia Roma-Lido. La partita di calcio Lazio-Milan, prevista per le 15 allo stadio Olimpico, è stata posticipata alle 16.

Comune di Roma: evitare gli spostamenti
Il Campidoglio, a seguito dei nubifragi, ha invitato «i cittadini a limitare gli spostamenti solo in caso di urgenza e ad evitare parchi ed aree verdi». La sindaca di Roma Virginia Raggi ha convocato il Centro Operativo Comunale per monitorare la situazione. E sui social si è scatenta subito la polemica per i gravi disagi causati dal maltempo nella Capitale. «Roma: domani piove. Gonfiate i gommoni!». È il testo di un tweet datato 14 settembre 2015, in cui l’allora consigliere M5s e oggi sindaco di Roma Virginia Raggi, polemizzava con il sindaco Marino sull’allerta meteo nella capitale e sui possibili allagamenti. Il tweet è stato rilanciato in queste ore su Twitter da diversi utenti, tra cui alcuni esponenti del Pd come il deputato Ernesto Carbone, con il commento «I consigli del sindaco di Roma». Stefano Esposito, senatore Dem, ha rilanciato un altro tweet del M5s Roma, datato 23 luglio 2014, che così recitava: «Con noi al governo di Roma nei primi sei mesi azione devastante per pulizia tombini chiusi scoli e fogne #Marinosturailtombino».

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...