La Spagna su se stessa

La Spagna su se stessa
La Spagna su se stessa
La Spagna su se stessa

La telenovela della Brexit è appena iniziata a livello formale, e già abbiamo un colpo di scena di quelli grossi. Il governo spagnolo, attraverso il suo ministro degli esteri Alfonso Dastis, ha dichiarato che non userà il potere di veto per impedire l’adesione della Scozia all’UE, pur con grossi se e grossi ma. Se l’indipendenza scozzese dovesse avvenire “in maniera legale e costituzionale”, la Spagna non bloccherà il processo di adesione della Scozia all’Unione Europea. Ogni Paese che desidera entrare nell’Ue, infatti, deve essere approvato con l’unanimità degli altri 27 membri, e la Spagna era l’ostacolo insormontabile ai piani scozzesi. Adesso non è più così, ma la questione resterà comunque complicata. Si tratta, in ogni caso, di un’affermazione fondamentale per i futuri negoziati sulla Brexit, perché spariglia non di poco le carte sul tavolo.

Pedro Sanchez è tornato segretario dei socialisti spagnoli. Il leader defenestrato dai suoi colonnelli sette mesi fa ha vinto le primarie interne con il 50%. La sua potente avversaria, la presidente andalusa Susana Diaz si è fermata al 40%, 10% dei voti al basco Patxi López. Per il Psoe è una rivoluzione: Sanchez aveva contro tutto il gruppo dirigente del partito e gran parte dei mezzi di comunicazione. Ora si preannuncia una rivoluzione, non soltanto nei quadri dell’organizzazione, ma anche nella linea politica. Pedro infatti ha come parola d’ordine il no alla destra, un’ostinazione che gli è costato il posto, cacciato lui, infatti, il partito socialista scelse l’astensione per dare il via libera al governo Rajoy. Quella scelta è costata cara, dal giorno delle dimissioni di Sanchez, 1° ottobre 2016, il partito è stato guidato da un commissario. Nel frattempo Pedro, emarginato da tutti (a cominciare dai suoi collaboratori), organizzava la riscossa. Di conseguenza, quella di domenica notte è una brutta notizia per il governo di destra, in minoranza in parlamento, che ora troverà davanti a sé un Psoe molto più aggressivo.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...