Elezioni Uk: niente va come ipotizzato

Elezioni Uk: niente va come ipotizzato

Elezioni Uk: niente va come ipotizzato
Elezioni Uk: niente va come ipotizzato

Le elezioni generali nel Regno Unito sono state indette a causa dei risultati del referendum sulla Brexit; ci si attendeva quindi (seguendo i sondaggi) che il partito di maggioranza relativa del paese (i Conservatori) ottenessero una maggioranza ampia e avessero quindi la possibilità di un maggior spazio di manovra nelle trattative con l’Unione Europea. Così non è andato.

I Conservatori hanno perso alcuni seggi invece di conquistare la maggioranza ampia che speravano. La May non è la Thatcher intitolavano alcuni giornali. Possiamo dire, però, anche che Corbyn non è Blair, visto che anche i risultati dei Laburisti lasciano desiderare; visto che recuperano appena una manciata di seggi, non abbastanza per strappare la

cartina elezioni Uk
cartina elezioni Uk

maggioranza. Certo, visto che Corbyn è un leader criticatissimo all’interno del suo partito, questa tenuta fa in modo di conservare ben salda la sua leadership. Nonostante resti all’opposizione.

Non vincono nemmeno i nazionalisti scozzesi, andati peggio delle scorse elezioni.  In Scozia si è creato uno strano fenomeno. Fino a prima delle precedenti elezioni politiche la Scozia era una terra di voto prevalentemente laburista con alcune regioni in cui riuscivano a macchia di leopardo a prevalere i nazionalisti. Nelle scorse elezioni (nonostante il referendum perso di indipendenza del Uk) i nazionalisti hanno fatto quasi en plein in Scozia, facendo perdere molti seggi ai laburisti e quindi facendo perdere le elezioni ad Ed Miliband, che si dimise. Ora, parte di quei seggi se i nazionalisti non riconquistano, non tornano ai laburisti; ben si vanno ai conservatori. Questo dimostra che il voto generale non è una mancata vittoria dei laburisti di Corbyn e che quest’ultimo ha beneficiato solo si una incapacità a ridosso delle elezioni della May di tranquillizzare sulla Brexit. May e Corbyn, insomma, sono due leader deboli che si danneggiano e si beneficiano a vicenda. Ma hanno tutti perso e nessuno passerà alla storia.

Stazionari i Liberaldemocratici, rispetto, però ai risultati estremamente pessimi delle elezioni precedenti. E quindi nemmeno loro possono sorridere. Si segnala, invece, un buon risultato del Partito Democratico Unionista in Irlanda del Nord; che ha già offerto una stampella ai Conservatori per formare una maggioranza in parlamento. Ora i due partiti hanno la maggioranza assoluta. Per soli tre seggi. Se queste dovevano essere elezioni che dovevano dare un ampio margine di manovra per i trattati della Brexit; lo hanno invece ridotto di molto. Auguri signora May!

Annunci

Un commento

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...