Hong Kong, Carrie Lam vince le elezioni

Hong Kong, Carrie Lam vince le elezioni
Hong Kong, Carrie Lam vince le elezioni
Carrie Lam

Carrie Lam vince le elezioni a Hong Kong ed è la prima donna a diventare leader della regione. La candidata sostenuta dal governo cinese si è aggiudicata più di 600 dei 1.194 grandi elettori che scelgono la carica istituzionale più alta dell’ex colonia britannica. Carrie Lam vince le elezioni ed è il nuovo “chief executive” di Hong Kong: secondo l’agenzia Nuova Cina, la candidata sostenuta da Pechino si è aggiudicata più di 600 dei 1.194 grandi elettori che scelgono la carica istituzionale più alta dell’ex colonia britannica. Lam, numero due uscente, è la prima donna a diventare leader di Hong Kong.  Carrie Lam Cheng Yuet-ngor, questo il nome completo dell’esponente politico di 59 anni, ricoprirà a partire da luglio il mandato quinquennale di capo del governo della Regione amministrativa speciale di Hong Kong, parte della Cina, prendendo il testimone da Leung Chun-ying che a dicembre aveva annunciato di non voler correre per un secondo mandato.

La Commissione per gli affari elettorali le ha assegnato 777 voti sui 1.163 dichiarati validi, espressi dai componenti del parlamentino locale e dai rappresentanti di diversi settori della società. Lam, ex “chief secretary” dell’ amministrazione di Hong Kong, ha avuto la meglio, nel rispetto delle previsioni, sull’ex “financial secretary” John Tsang – che godeva ampiamente del sostegno popolare in base a tutti i sondaggi – e dell’ex giudice Woo Kwok-hing, impegnato in una sorta di missione impossibile. Lam contava sul sostegno certo di 580 grandi elettori, mentre Tsang puntava sul segreto dell’urna per invertire il pronostico, forte della maggioranza a suo favore dei 320 grandi elettori pro-democrazia. In mattinata a Hong Kong è andata in scena una protesta per la richiesta del suffragio universale per l’elezione del capo del governo locale, attualmente fatta con il sistema dei grandi elettori in una terna di candidati scelta da Pechino. La neo chief executive è vista come una figura dialogante: durante il “movimento degli ombrelli”, esploso su iniziativa degli studenti nel 2014 contro il timore di normalizzazione da parte della Cina, tenne almeno nelle fasi iniziali un canale di dialogo aperto.  – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Hong-Kong-Lam-vince-elezioni-nuovo-chief-executive-prima-donna-eletta-leader-Candidata-di-Pechino-c703edf3-235c-4fec-a93b-825e4a5303c4.html

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...