Il centrodestra Italiano

In senso orario Movimento Nazionale, Lega Nord, Forza Italia, Centristi per l'Europa, Nuovo centrodestra e Fratelli D'Italia
Il centrodestra italiano
In senso orario Fratelli d’Italia, Movimento Nazionale, Lega Nord, Nuovo Centrodestra, Centristi per l’Europa, Forza Italia e Unione di Centro

Tutto gravita ancora alla Forza Italia del perenne Silvio Berlusconi. Ha resistito alle scissioni, ai guai giudiziari e anche alle condanne che stanno per estinguersi. Certo, non ha più potere di vita e di morte perchè adeso c’è la lega Nord di Matteo Salvini che ha più o meno gli stessi voti ed è guidata da un leader molto più fresco e giovane. Anche Salvini però non può stare tranquillo perchè il suo piano di ostruire un polo lepenista è contestato inanzitutto all’interno del suo partito. Pur trovare una fedele alleata in Giorgia Meloni e in Fratelli d’Italia; deve arrendersi l’idea di allearsi ancora con la Forza Italia di Berlusconi; anche perchè il suo ideale di alleanza con il Movimento 5 stelle è reso impraticabile dalla volontà di questi ultimi di non allearsi con nessuno e con il fatto che in fondo hanno lo stesso elettorato.

In questo panorama c’è il redivivo Movimento Nazionale che unisce gli sforzi di Alemanno e Storace di tornare alla luce del sole. Fini è ancora disperso, anche se ha molti fedelissimi all’interno di questa forza politica. Attualmente, però, questo partito non ha nessuna visibilità nazionale, ne è riuscita ad ottenere considerazione o ad allearsi con chicchessia.

Poi c’è la parte centrale che finora ha deciso di allearsi con il Partito Democratico di Renzi. La sconfitta allo scorso referendum ha provocato un movimento contrario e un ritorno all’ovile. Innanzitutto c’è da analizzare la posizione dell’Udc. La forza di Pierferdinando Casini non è più di Pierferdinando Casini. Mentre cioè ha deciso di collocarsi di nuovo stabilmente a destra, il fondatore ha deciso di rimanere al centro e con il suoi fedelissimi è stato cacciato fuori. Formalmente ha fatto una scissione. La sua formazione si chiama Centristi per l’Europa ed è legata saldamente al Nuovo Centro Destra di Angelino Alfano. Interessante è proprio il destino delle formazioni di Casini e di Alfano che alternano un’aspirazione a continuare ad essere alleati con il Pd di Renzi al costruire un’autonomo polo di centro. Questa seconda ipotesi secondo me è più che altro creata della disperazione  nel caso il congresso Pd venga vinto da Orlando o Emiliano.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...