Tv

Tutta colpa di Annalisa

Tutta colpa di Annalisa

Annalisa

Parte domenica 4 dicembre, in seconda serata su Italia 1, “Tutta colpa di Galileo” il nuovo docu-viaggio di tre puntate di Annalisa nei ?misteri? (per noi, non per lei evidentemente) della fisica. Il programma è nato sull’onda del viaggio al Cern di Ginevra nel quale ci ha raccontato come funziona il più grande Centro di Fisica delle particelle, luogo dove si indaga l’origine del cosmo. In questa nuova serie, invece, Annalisa raggiunge, in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e italiana (ASI), il Centro Astronautico Europeo (EAC) per esplorare l’infinitamente grande dell’Universo, sulle orme di Galileo.

La trasmissione inizierà al Planetario di Milano, per dare uno ?sguardo? al cielo, per poi fermarsi al Politecnico, alla Facoltà di Ingegneria Aerospaziale, dove Annalisa intervisterà un “mito” in materia, la professoressa Amelia Ercoli-Finzi, prima donna italiana laureata in Ingegneria Aerospaziale nonché una dei “motori” di Rosetta, la missione che con una sonda ha raggiunto ed esplorato una cometa.

Nella altre puntate Annalisa sarà a Colonia al Centro Astronautico Europeo (EAC) che ha il compito di reclutare e formare gli uomini e le donne che parteciperanno alle missioni a bordo del laboratorio Columbus dove proverà in prima persona alcune delle attività di addestramento degli astronauti.

Successivamente il percorso attraverserà poi quelle che sono le eccellenze italiane dello spazio intervistando tre astronauti italiani: Samantha Cristoforetti, primo astronauta donna del centro Astronautico Europeo (EAC) che con la missione ISS Futura del 2014/2015 ha conseguito il record europeo e il record femminile di permanenza nello spazio in un singolo volo (199 giorni); Paolo Nespoli, prossimo alla partenza di una nuova missione e Luca Parmitano, il primo italiano a effettuare un’attività extraveicolare con 6 ore e 7 minuti di passeggiata spaziale.

E naturalmente, Annalisa, insieme alla sua passione per la scienza e all’attrazione del mistero che si nasconde sopra di noi, non farà mancare parentesi musicali.

Categorie:Tv

Con tag:,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.