Nasce il gruppo Sc-Ala

Nasce il gruppo Sc-Ala
Nasce il gruppo Sc-Ala
Dennis Verdini e Enrico Zanetti

Addio alla Scelta Civica targata Mario Monti. La formazione dell’ex premier, ora nelle mani del viceministro dell’Economia Enrico Zanetti, si fonde alla Camera con i verdiniani, dando vita a un gruppo unico sul quale arriva il via libera di Montecitorio. Con colpo di scena finale: una lettera inviata all’Ufficio di Presidenza della Camera da Monti, in cui il Professore rivendica il diritto esclusivo su nome e simbolo del partito, provando a bloccare l’operazione. Ma, alla fine, la spuntano Zanetti e indirettamente Denis Verdini. Tra le ire di Monti, che attacca la Camera che ha preso – dice – una «decisione politica su pressione del Pd». Per ora, tuttavia, la Presidenza di Montecitorio risolve il groviglio giuridico-politico concedendo una deroga a tempo indeterminato al gruppo «Sc-Verso i Cittadini per l’Italia-Maie» formato da 16 deputati (incluso l’ex tosiano Marcolin).

Mentre ai 15 deputati che non hanno seguito Zanetti viene dato «un tempo congnio» affinchè si arrivi alle 20 unità necessarie per formare il gruppo. E il nome? Resta in capo a Zanetti mentre gli ormai ex Sc optano per “Civici e innovatori“. Sembra chiudersi, così, una querelle che andava avanti da tre mesi. Nella quale, dopo settimane di silenzio, interviene anche Monti tentando di stoppare un’opera zione «contraria ai valori» di Sc. Ma Zanetti contrattacca: «Mi chiedo se il Monti che oggi bacchetta Sc per l’alleanza con Ala è lo stesso che nel 2013 impose l’alleanza con Fini e Casini. La sua lettera è stato un incredibile colpo di scena per uno che da tre anni ha abbandonato il partito. E non credo che il suo nome porti un plus di voti oggi». Anche Zanetti e Verdini guardano al referendum del 4 dicembre. E a una proposta di stampo liberale che, a dispetto del progetto di Stefano Parisi, ha in Renzi l’interlocutore principe. Monti, tuttavia, sembra lontano dall’arrendersi. «Farò valere le mie ragioni», avverte. La saga, insomma, potrebbe non essere finita.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...