Emesso decreto ponte per le unioni civili

Emesso decreto ponte per le unioni civili

Emesso decreto ponte per le unioni civili
Emesso decreto ponte per le unioni civili

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti ha trasmesso al Consiglio di Stato, per il previsto parere, lo schema di Dpcm (Decreto della presidenza del Consiglio dei ministri) che regola il regime transitorio di trascrizione delle unioni civili nei registri dello stato civile. L’ha reso noto palazzo Chigi. Si devono ancora aspettare le valutazioni del Consiglio di Stato, però ora finalmente la parte più difficile del guado, quella del passaggio dal ministero retto dal capo di un partito certamente non vicino alla sensibilità della comunità lgbt (Angelino Alfano), è passato. Prima dell’autunno, salvo incidenti, le unioni civili potranno finalmente essere celebrate.

A chiedere il provvedimento era stata l’Anci: «Molti comuni stanno cercando di provvedere ma serve una normativa unitaria», aveva dichiarato poche ore prima il sindaco di Catania, Enzo Bianco, presidente del Consiglio nazionale dell’Associazione dei Comuni, esprimendo l’intenzione di sollecitare il Governo «perché sia data piena attuazione alla legge sulle unioni civili».

Era infatti scaduto mercoledì il termine previsto dalla legge Cirinnà per l’emanazione del “decreto ponte”, una sorta di guida pratica che dovrebbe informare i Comuni su cosa fare quando una coppia di uomini o di donne si presenta per chiedere di essere unita civilmente, quali documenti occorre presentare, come si deve svolgere il rito, quali formule deve pronunciare l’ufficiale di stato civile che celebra l’unione, come evidenziato da alcune associazioni.

“Con questo primo decreto attuativo la legge sulle unioni civili diventa opertiva. Questa sera il decreto della presidenza del Consiglio dei ministri, adottato su proposta del Ministero dell’Interno è stato trasmesso al Consiglio di Stato per i pareri. Dopodichè i comuni avranno le indicazioni necessarie per costituire le prime unioni civili. Si tratta del primo decreto ponte in attesa dei decreti del Ministero della Giustizia che daranno maggiore completezza alla materia”. Lo dichiara in una nota Micaela Campana, responsabile diritti della segreteria del Pd e relatrice della legge alla camera dei Deputati. “Oggi arriva il decreto più atteso, quello che rende possibile per molti la costituzione della propria unione. Con questo atto si apre una nuova stagione di diritti per molti cittadini italiani che attendevano questo momento da anni”.

Annunci

3 commenti

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...