Europa

Uk, fanatico pro-Brexit ammazza deputata laburista e forse fa restare la sua nazione nella Ue

Uk, fanatico pro-Brexit ammazza deputata laburista e forse fa restare la sua nazione nella Ue

Jo Cox

La deputata laburista britannica Jo Cox è morta dopo essere rimasta vittima di una aggressione da parte di un uomo che le ha sparato 3 colpi di pistola e l’ha accoltellata. Il fatto è accaduto a Birstall, nel West Yorkshire, durante un incontro elettorale della parlamentare anti-Brexit in una biblioteca. L’aggressore è stato arrestato subito dopo. Si chiama Tommy Mair, 52 anni, e ora è indagato. “Crediamo si sia trattato di un incidente isolato, effettuato da un lupo solitario”. Così il capo della polizia del West Yorkshire, Dee Collins. In seguito all’agguato, i promotori della campagna pro e contro la Brexit hanno deciso di sospendere le attività.

Cox era stata trasportata in eliambulanza all’ospedale di Leeds. Le sue condizioni erano parse critiche fin da subito. Aveva 41 anni, 2 bambini e in passato si era occupata del conflitto siriano e della questione migranti, ma è anche stata una esponente della ong Oxfam e ha lavorato come assistente della moglie dell’ex premier Gordon Brown.

Cox si trovava nella sua circoscrizione per un incontro contro l’ipotesi di uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea – in vista del referendum del 23 giugno. Un testimone della scena, Hithem Ben Abdallah, dichiara di aver visto fuori dalla biblioteca un uomo con cappellino da baseball bianco che all’improvviso ha tirato fuori una pistola dalla borsa. Dopo una breve lite durante la quale la Cox cercava di divincolarsi, la deputata è stata ferita con tre colpi di arma da fuoco e lasciata, sanguinante, sul marciapiede di Market Street. Una aggressione particolarmente violenta: l’uomo ha fatto fuoco una prima volta e poi altre due quando la parlamentare si trovava già a terra, mentre continuava a ferirla con un coltello. L’ultimo sparo a distanza ravvicinata, mirando alla testa.

A SkyNews un altro testimone assicura che l’aggressore ha urlato “Britain first” (prima la Gran Bretagna, ndr) e poi ha sparato due colpi alla parlamentare. Se il fatto fosse confermato il motivo dell’aggressione andrebbe ricercato nell’area dell’estrema destra nazionalista britannica, favorevole alla Brexit. “Britain first” è anche il nome di una formazione politica neofascista che ha immediatamente preso le distanze dall’accaduto: “Siamo scioccati come tutti. Non avalliamo un gesto così disgustoso”.

Un passante che stava cercando di salvare la Cox dalla presa dell’aggressore è rimasto ferito. Una persona intervistata dalla Bbc News afferma di aver notato l’uomo col cappellino bianco mentre aspettava la deputata: “L’ha aggredita appositamente. Per quanto ho visto, lui stava giusto all’esterno della biblioteca e sembrava che la stesse aspettando”.

Finora i sondaggi che riguardavano il referendum sulla Brexit vedevano leggermente in vantaggio il fronte per l’abbandono dell’Ue. Ora a pochi giorni dal voto, lo shock di questo omicidio potrebbe anche far invertire il vento…

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...