Musica

Cuore di Noemi

Cuore di Noemi

Noemi

Strano come un’artista quale Noemi, dopo i grandissimi successi allo start di una carriera su cui non tutti avrebbero scommesso, causa partenza da talent, si trovi oggi invece a faticare di più di quanto non fosse preventivabile dopo i primi brillanti risultati. E’ pur anche vero che, come ben sanno i ciclisti, spesso è più facile uno sprint iniziale che la tenuta, soprattutto se il percorso si pone in salita, complice, nel caso di Noemi, un disco bello ma azzardato come il precedente Made in London, che svelava una cantante proiettata verso una strada di internazionalizzazione dei suoni, con pochi punti di contatto però con le basi a cui il pubblico si era affezionato.

Poi la sovraesposizione talent in qualità di giudice/coach, che ci si sente amabilmente di consigliare di non fare ai giovani artisti in ascesa, per non attirarsi antipatie inevitabili e qualcuna pure la romana se l’è di certo tirata bastando, in effetti, bocciare un beniamino del pubblico. Senza perdersi d’animo però, la nostra torna adesso sul mercato con un nuovo disco, Cuore d’artista, che definire un gioiellino non è certo verità alterata. E se il sostantivo non è pieno è solo perchè il lavoro è relativamente breve; solo nove tracce che Veronica Scopelliti, per chi ha il piacere di frequentarla nel privato, spiega come propria volontà di registrare solo brani in cui si rivedeva e credeva profondamente, senza esigenze di mercato o ruffianate radio per piacere a tutti i costi. Già la scelta di andare a Sanremo con quello che è, per chi vi scrive, il miglior pezzo di tutta la kermesse, ovvero La borsa di una donna, senza quindi puntare sul ritornello facile ( il brano non ce l’ha nemmeno un ritornello a dire il vero), senza liriche che si ripetono per stordire il fruitore medio e restargli impresse è stato il primo azzardo, che difatti aveva condotto la nostra ad una possibile eliminazione dopo la prima sera, per poi scalare la classifica e chiudere ottava su 20 partecipanti. Qualcuno mormora che alla vigilia era tra i nomi favoriti, ma quanti poi, ascoltati i brani tutti, potevano sentirsi di confermare la cosa?

Categorie:Musica

Con tag:

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.