Musica

Sanremo 2016: il mio editoriale

SanRemo 2016: il mio editoriale

SanRemo 2016: il mio editorial

Questo festival è stato senz’altro un successo, merito dell’organizzazione di Carlo Conti che ha saputo accontentare tutti i gusti e anche perchè a differenza di Fazio (ad esempio) non essendo considerato dfi parte non viene visto con la puzza sotto il naso a prescindere. Complimentoni anche a Virginia Raffaele che nelle prime quattro serate del festival ci ha regalato memoriabili imitazioni (Sabrina Ferilli, Carla Fracci, Donatella Versace e Belen Rodriguez); mentre nell’ultima è stata se stessa. Nessun complimento invece per le altre due presenze fisse (Gabriel Garko e Nadalina Ghenea) che hanno collezionato solo papere e battute patetiche) diventando ancora più antipatici fallendo l’operazione simpatia che invece volevano fare.Per quanto riguarda in cantanti in gara posso dire che la canzone degli Stadio non è certo quella che mi piace di più nel festival di quest’anno; ma credo che la loro vittoria sia giusta quanto meno se riferita alla loro carriera. Sono stati sempre nelle retrovie prima come supporter di Lucio Dalla, poi come collaboratori di Vasco Rossi. Tocca anche a loro essere primi. Contento anche per la posizione di Francesca Michielin, che nonostante sia giovane di gavetta ne ha fatta. Mi dispiace per Arisa, la cui canzone mi pareva bella. Ha forse scontato il fatto di aver riproposto ancora quello che ci si aspettava da lei. Decisamente sottotono sia Noemi, che Annalisa, che Dolcenera: speravo in canzoni migliori per loro.

Di particolare rilievo il dibattito silenzioso che si è tenuto al festival sul ddl per le unioni civili a cui quasi tutti i cantanti hanno aderito indossando durante la loro esibizione qualcosa di arcobaleno. Oltre a loro anche qualche cantante ha aderito. Che sia la volta buona e che magari l’anno prossimo potremo constatare che finalmente la legge è stata varata. La società in ogni caso è più avanti della nostra classe politica.

1 risposta »

  1. A me non è dispiaciuto questo Sanremo. A differenza di Fazio, Conti è più “pop” mi viene da dire. Il primo ti porta come ospite la prima sera Cat Stevens, il secondo ti fa trovare Albano e Romina. Per dire. Quest’anno a parte Garko imbarazzante, l’ho trovato abbastanza dignitoso. Speravo anch’io in qualcosa di più da parte di Annalisa, che ancora ci ha provato ma è andata male. Prima o poi la faranno vincere. Magari fra trent’anni come gli Stadio.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.