I dubbi di Sel. Le primarie si riconoscono solo quando si vincono

I dubbi di Sel. Le primarie si riconoscono solo quando si vincono

I dubbi di Sel. Le primarie si riconoscono solo quando si vincono
Giuliano Pisapia e Giuseppe Sala

Dopo aver partecipato alla scelta del candidato sindaco, che domenica sera ha visto prevalere il commissario di Expo sulla candidata arancione Francesca Balzani e sul dem Pierfrancesco Majorino, Giuliano Pisapia assicura il sostegno al vincitore, ma Sel prende le distanze. Nicola Fratoianni, coordinatore nazionale di Sel spiega che «siamo di fronte a un cambio di stagione. La vittoria di Beppe Sala chiude definitivamente quella arancione di Pisapia. Siamo di fronte a un fatto nuovo: si avvii una riflessione». «Si discute di quello che c’è e oggi quello che c’è è l’apertura di una fase completamente diversa».

A dare speranza di poter affossare l’uomo voluto da Renzi a Milano c’è anche il risultato che vede i due candidati di sinistra, Balzani e Majorino, raggiungere il 56,9%. Tanto che Pippo Civati, ex deputato Pd e oggi tra i principali oppositori di Renzi, non esclude una sua candidatura a sindaco: «Nelle prossime settimane faremo una proposta alla città che non è solo di sinistra, con questa accezione un po’ vetero che la stampa ci attribuisce, ma anzi è un’operazione civica che parla a tutto il mondo dei delusi, dal renzismo, dalla politica dall’M5S». Civati spiega che «di spazio ce n’è, ce n’era l’anno scorso in Liguria dove, nonostante tutto, abbiamo preso il 10%, vediamo a Milano cosa si può fare». La strategia – messa in campo a Torino con Giorgio Airaudo che si presenta contro Piero Fassino sperando di far vincere il M5S – adesso diventa nazionale e, dopo i due capoluoghi del Nord, punta su Roma. Stefano Fassina ieri ha fatto capire che la sua candidatura alternativa al Pd e sostenuta da Sel potrebbe trasformarsi in un ticket con Ignazio Marino: «Cerchiamo di lavorare assieme a Parte civile, l’associazione nata attorno a Marino. Mettere insieme le forze per una svolta di governo alla città». Ma su questa strategia Sel perde pezzi a Milano – dove, oltre a Pisapia e la Balzani, sulla loro linea c’è l’assessore uscente Cristina Tajani – e a Roma, dove parte di Sel locale è pronta a sostenere il vincitore uscente dalle primarie del Pd.

Annunci

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...