Portogallo, De Sousa nuovo presidente della Repubblica

Portogallo, De Sousa nuovo presidente della Repubblica
Portogallo, De Sousa nuovo presidente della Repubblica
Marcelo Rebelo de Sousa

Il Portogallo si avvia verso una difficile fase di coabitazione dopo la vittoria alle presidenziali del candidato del centrodestra, il noto commentatore politico televisivo Marcelo Rebelo de Sousa, dopo lo spoglio del 96% delle schede con il 53% dei voti, contro il 22% del candidato di area socialista Antonio Sampaio da Novoa. Rebelo de Sousa, 67 anni, subentrerà il 9 marzo al capo dello stato uscente, suo ex-compagno di partito nel conservatore Psd, Anibal Cavaco Silva, ma con le mani più libere con il governo del premier socialista Antonio Costa, arrivato al potere benché sconfitto nelle urne in ottobre dal premier uscente conservatore Pedro Passos Coalho. Costa ha realizzato un `ribaltone´ grazie all’appoggio della sinistra radicale del Bloco de Esquerda dell’attrice Caterina Martins, vicino a Podemos e a Syriza – la cui candidata Marisa Matias oggi è arrivata terza con il 10% – e dei comunisti-verdi del Cda.

Adozioni vietate (per ora) alle coppie gay in Portogallo. È la decisione del presidente ormai uscente Anibal Cavaco Silva che ha posto il veto ad una legge approvata in dicembre dal Parlamento, dove la sinistra è in maggioranza. Il veto è stato firmato sabato scorso, ma solo oggi è stato divulgato per non interferire con le presidenziali. E’ indubbio però che la scelta di Cavaco Silva e il suo invito a un «vasto dibattito pubblico» aprirà una frattura difficile da rimarginare nella delicata fase di coabitazione fra i tre poteri dello Stato: la presidenza, il Parlamento e l’esecutivo guidato dal socialista Antonio Costa, che aveva inserito il diritto all’adozione per le coppie gay fra i punti fondamentali del suo programma di governo. L’adozione a titolo individuale è aperta a tutti in Portogallo che ha anche autorizzato il matrimonio fra omosessuali nel febbraio 2010, escludendo però esplicitamente il diritto all’adozione per le coppie dello stesso sesso. «E’ fondamentale che un cambiamento talmente importante, su un tema socialmente molto sensibile, non entri in vigore senza essere preceduto da un vasto dibattito», ha detto Anibal Cavaco Silva, il cui mandato quinquennale terminerà il prossimo 9 marzo. Quindi ha invitato i deputati a privilegiare «l’interesse superiore del bambino» piuttosto che l’uguaglianza «tra le coppie di sesso differenti e le coppie dello stesso sesso». Il Partito socialista ha già annunciato di poter confermare la legge con la maggioranza assoluta dei deputati, superando così, come stabilisce la Costituzione, il veto del presidente. Cavaco Silva ha anche messo il veto a una serie di emendamenti alla legge sulle interruzioni volontarie di gravidanza.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...