La Slovenia abroga tramite referendum la legge sui matrimoni e le adozioni gay

La Slovenia abroga tramite referendum la legge sui matrimoni e le adozioni gay
La Slovenia abroga tramite referendum la legge sui matrimoni e le adozioni gay
La Slovenia abroga tramite referendum la legge sui matrimoni e le adozioni gay

Il referendum ha respinto la legge che regola l’istituto della famiglia e che ammetteva anche i matrimoni gay e l’adozione per le coppie omosessuali in Slovenia. I “no” alla legge hanno prevalso sui “si” (63% per l’abrogazione della legge contro il 37% dei sostenitori con il 93% dei voti conteggiati dalla Commissione elettorale.

I voti contrari hanno inoltre raggiunto il quorum dei 20% della popolazione slovena avente diritto di voto, seconda condizione necessaria perché il referendum abrogativo fosse valido. Per raggiungere il quorum sarebbero stati necessari 342 mila voti contrari, ma la quota è stata superata e, dopo lo scrutinio del 93% delle schede, i voti contrari, secondo i dati della Commissione elettorale dello Stato, sono più di 354 mila.

Gli sloveni erano chiamati a decidere se mantenere o annullare la legge approvata a marzo scorso dal Parlamento, che equipara i diritti delle coppie gay a quelli delle coppie eterosessuali, permettendo loro anche il matrimonio e l’adozione dei bambini. Il quesito sul quale erano chiamati a esprimersi gli 1,7 milioni di elettori sloveni era il seguente: ‘È lei favorevole a che entri in vigore la legge su modifiche e integrazioni alla legge relativa a matrimonio e famiglia, che il Parlamento ha approvato il 3 marzo 2015?’.

L’attuale governo del primo ministro Miro Cerar, di centrosinistra, ha sostenuto la nuova legge, mentre il principale partito di opposizione, cioè il Partito democratico sloveno di centrodestra, era contrario.

Con questo voto la Slovenia è uno dei primi Paesi che approva una legge di uguaglianza dei diritti degli omosessuali per poi però revocarla. Già nel 2012 si era tenuto un referendum sui diritti degli ojmosessuali, in cui circa il 55% degli elettori si erano opposti a dare più diritti alle coppie gay, negando anche l’ok alla possibilità di adottare i figli del proprio partner.

1 Comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...