Parlamento

Ddl Boschi: ok terzo passaggio (Senato)

Ddl Boschi: ok terzo passaggio (Senato)

Ddl Boschi: ok terzo passaggio (Senato)

Via libera del Senato al Ddl Boschi in terza lettura. L’aula di Palazzo Madama abbandonata dalle opposizioni ha dato l’ok alla legge di riforma costituzionale in terza lettura con 179 sì, 16 voti contrari e 7 astenuti. “Grazie a chi continua a inseguire il sogno di un’Italia più semplice e più forte: le riforme servono a questo #lavoltabuona”, ha twittato il premier Matteo Renzi dopo aver rilanciato, sempre su twitter, il messaggio del ministro che dà il suo nome al ddl, Maria Elena Boschi: “Semplicemente una bellissima giornata. Per noi ma soprattutto per l’Italia. Grazie a chi ci ha sempre creduto. È proprio #lavoltabuona”. Prima lettura. Seconda lettura.

Denis Verdini e Giorgio Napolitano tra i banchi di Palazzo Madama. Il Movimento 5 Stelle del Senato, in un tweet, pubblica una foto che ritrae Verdini, ex braccio destro di Berlusconi e leader di Ala, alzarsi dai banchi e andare a parlare con Giorgio Napolitano. Accanto alla foto, i grillini ‘denunciano’: “Verdini e Napolitano a colloquio. Ecco chi si appresta a stravolgere la Costituzione”. Come annunciato, clamorosa contestazione di parte delle opposizioni nei confronti di Napolitano, al Senato. Quando il Presidente emerito della Repubblica prende la parola, i senatori M5S e quelli, quasi al completo, del gruppo FI si alzano e lasciano l’Aula dove si sta per dare il voto finale al ddl Boschi.

5 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.