Musica

Morto Giancarlo Golzi

Morto Giancarlo Golzi

Giancarlo Golzi

È morto questa notte, stroncato da un infarto, Giancarlo Golzi, cofondatore e batterista dello storico gruppo dei Matia Bazar. Il musicista aveva 63 anni e, a quanto si apprende, si è spento nella sua casa a Bordighera, in provincia di Imperia.

Proprio in questi giorni la band era in tour per festeggiare i quarant’anni di carriera della band, dopo la data zero tenuta a Erba. Questa è la seconda tragica perdita che colpisce i Matia Bazar, una delle più importante realtà della musica leggera italiana in Italia e nel mondo: nel 1998, infatti, era morto Aldo Stellitta, bassista e a sua volta paroliere.

Golzi, che nel 1971 aveva fondato il gruppo musicale ligure di rock progressive Museo Rosenbach, nel ’75 aveva poi creato i Matia Bazar, diventato uno dei gruppi più saldi e longevi della storia della musica italiana. Il batterista è stato l’unico elemento sempre presente nell’avvicendarsi della storia del gruppo, che ha conosciuto il suo momento di notorietà più alto negli anni Ottanta. Giancarlo Golzi, per tutti Gianca, batterista dal passato progressive, membro fondatore della band con Antonella RuggieroCarlo Marrale, Aldo Stellitta e Piero Cassano, è stato l’unico dei cinque a rimanere sempre in seno alla band nel corso degli anni, prima con la defezione di Cassano, poi con quella della Ruggiero e via via con addii e rientri, fino a oggi che lo vedeva al fianco di Cassano, con Silvia Mezzanotte alla voce. Veri e proprio campioni del pop elettronico negli anni Ottanta, i Matia Bazar, due volte vincitori a Sanremo, nel 1978 con E dirsi ciao, e nel 2002 con Messaggio d’amore, sono stati capaci di attraversare quattro decadi riuscendo sempre a lasciare un segno.

Inutile citare le tante hit, da Vacanze romane a Solo tu, passando per C’è tutto un mondo intorno e Per un’ora d’amore: la band genovese ha esportato in tutto il mondo la nostra musica leggera, riuscendo anche in Italia a rimanere popolari nonostante nel mentre fosse cambiato il mondo della musica e la band stessa. Con Golzi se ne va un importante protagonista della nostra storia musicale, uno degli ultimi testimoni di un’epoca in cui la musica era davvero capace di fare sognare il pubblico.

Categorie:Musica

Con tag:,

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.