Europa

Estonia, Roivas confermato premier

Estonia, Roivas confermato premier

Taavi Roivas

Il primo ministro Taavi Roivas, il cui partito ha 30 seggi, è destinato a formare una coalizione nel parlamento dei 101 membri. I risultati sono un duro colpo per il partito di centro, che ha legami con il presidente russo Vladimir Putin, che si aspettava di fare bene nel sondaggio. L’Estonia faceva parte dell’ex Unione Sovietica, ma ora è membro della Nato. “Il Partito delle Riforme è il vincitore 2015 delle elezioni parlamentari”, ha dichiarato Roivas alla stazione televisiva pubblica di ETV.

Il partito del signor Roivas ha guadagnato il 27,7% con la maggior parte dei voti contati, in calo rispetto al 28,6% delle ultime elezioni parlamentari del 2011. Il partito di centro ha preso il 24,8% dei voti, vincendo un altro posto per portarli a 27 in totale. I socialdemocratici, che sono stati partner della coalizione di riforma, ora detengono 15 seggi dopo aver perso quattro, mentre il partito IRL ha perso nove seggi per portarli a 14. Secondo gli analisti, la riforma potrebbe incontrare alcune difficoltà nel formare una nuova coalizione, con il parlamento ora diviso tra sei partiti anziché i precedenti quattro. I due nuovi arrivati ​​- un partito liberale di libero mercato e un partito conservatore anti-immigrazione – hanno vinto 15 seggi tra loro. Alla domanda se intendesse formare una coalizione con il partito di centro, il sig. Roivas ha detto “decisamente no”. Nella corsa alle elezioni, Roivas aveva chiesto un “governo di stampo estone”. A 35 anni, è il più giovane primo ministro in Europa. Il dibattito politico del paese è stato dominato da questioni economiche e timori sulla difesa a causa delle azioni della Russia in Ucraina.

Estonia, Roivas confermato premier

Estonia, Roivas confermato premier

Le forze armate dell’Estonia sono state in allerta da quando la Russia ha annesso la Crimea dall’Ucraina l’anno scorso Un elettore della capitale, Tallinn, ha dichiarato all’agenzia di stampa AFP: “Se [i russi] entrano qui, l’Estonia non può fare nulla”. “Non sono sicuro che la Nato ci aiuterà, speriamo che non si spinga così lontano”, ha aggiunto. L’Estonia ha visto una serie di violazioni dello spazio aereo da parte della Russia, e l’anno scorso un funzionario della sicurezza è stato arrestato dalla Russia e accusato di spionaggio. L’onorevole Roivas ha espresso preoccupazione per il fatto che la Russia potrebbe cercare di destabilizzare altri stati ex sovietici in seguito al conflitto in Ucraina – un parere echeggiato il mese scorso dal segretario alla Difesa britannico Michael Fallon. Il leader del partito del centro, Edgar Saavisar, preferisce un approccio più amichevole a Mosca, e in precedenza ha suggerito che l’annessione della Crimea da parte della Russia potrebbe essere legittima. Circa un quarto della popolazione di 1,3 milioni di estoni sono russi etnici, molti dei quali sono sostenitori del partito centrale. Il paese è un pioniere del voto elettronico, con uno su cinque segnalato che vota online.

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.