Europa

Islam e terrorismo sono cose diverse

 

Islam e terrorismo sono cose diverse

Islam e terrorismo sono cose diverse

In questi giorni ho sentito molte affermazioni deprecabili in merito all’attentato alla redazione di Charlie Hebdo. Marine Le Pen ha lamentato di non essere stata invitata alla manifestazione generale di domenica scorsa. A parte le conosciute politiche immigratorie del suo partito; ma mi sembra normale il non invito visto che aveva appena dichiarato che bisognava ripristinare la pena di morte tramite referendum e ha motivato questa richiesta dicendo: “Gli islamici hanno dichiarato guerra alla Francia” e “il terrorismo che si è espresso vuole impedire la parola e il dibattito: al contrario bisogna parlare senza timore”. Può mai questa donna meravigliarsi di non essere stata invitata ad un corteo di tre milioni di persone che aveva come messaggio quello del riscatto della Francia (e del mondo occidentale) contro i terroristi e dell’affermare che gli estremisti vanno isolati e che non sono certo tutti i mussulmani che hanno dichiarato guerra?

Qui in Italia non va meglio visto che appena sentita la dichiarazione della Le Pen il vice presidente del Senato Roberto Calderoli ha dichiarato di essere d’accordo “Mi spiace, ma io non lo accetto: basta tolleranza rispetto a chi ci invade, basta solidarietà con chi se ne approfitta, basta con quei coglioni illuminati che ci obbligano a subire, con le loro politiche demenziali, queste umiliazioni e queste tragedie. Adesso basta, basta, basta! Se siamo in guerra, faccio mia la proposta della Le Pen sulla pena di morte“. Ci va pesante anche il suo segretario di partito Matteo Salvini: “Ci sono milioni di musulmani pronti a sgozzarci in nome dell’Islam“.Bisogna comunque dire che Salvini si dice contrario alla pena di morte e afferma che crede, però, indispensabilre ergastolo vero e lavori forzati (in che cosa consistono questi lavori forzati non si capisce).

Tornando all’estero si è fatto riconoscere anche Rupert Murdoch che ha dichiarato «Forse la maggior parte dei musulmani è pacifica ma che fino a quando loro non avranno sconfitto i terroristi devono essere ritenuti responsabili degli attacchi terroristici di Parigi». La scrittrice Joanne Kathleen Rowling «Sono nata cristiana: se questo mi rende responsabile di Rupert Murdoch, mi scomunico da sola.».

Tra gli altri. Anonymus ha deciso di mappare tutte le informazioni possibili che si trovano sui siti legati agli estremisti e denunciare in modo virale sui social media tutti gli account di jihadisti e terroristi. Come hasthtag per l’operazione viene usato #OpCharlieHebdo. Hamas: “La differenza di opinioni non può giustificare l’omicidio”. Hassan Nasrallah, capo di Hezbollah, in riferimento all’attentato, aveva dichiarato che i terroristi offendono l’Islam “più dei nemici dell’Islam, che hanno insultato il Profeta (Maometto) con i film o con vignette” e i musulmani devono sforzarsi di “isolare, assediare, e per dirlo apertamente, sradicare” questi “gruppi takfiri”, ovvero sunniti estremisti.

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.