Economia

Sanzioni economiche Russia-Occidente

Sanzioni econimiche Russia-Occidente

Sanzioni economiche Russia-Occidente

Le sanzioni contro la Russia aumentano e nonostante siano onerose Putin sembra tenere botta. Prima o poi l’inverno arriverà e poi parleremo di quanto il gas russo serva all’europa.

Al contrario di quanto si pensasse le sanzioni dell’Unione Europea hanno davvero creato problemi alla Russia che si è vista. Nella lista dei bersagli delle sanzioni sono stati aggiunti 17 aziende e 7 funzionari, tra cui Igor Sechin. Il capo del gigante petrolifero Rosneft, considerato come gli altri membro del “cerchio magico” intorno a Vladimir Putin, non potrà richiedere visti e tutti i suoi beni negli Stati Uniti saranno congelati. L’Ue ha limitato l’accesso della Russia ai mercati finanziari, ha sospeso la firma di nuovi contratti in ambito militare, limitato l’esportazione di tecnologia e di beni a duplice uso ivi compresi macchinari, attrezzature ed elettronica. Gli economisti stimano che il danno reciproco delle sanzioni dell’Occidente sarà di circa cento miliardi di euro nei prossimi due anni. Le case automobilistiche tedesche hanno già avvertito i primi effetti negativi: le esportazioni delle automobili si sono ridotte in uno dei loro più grandi mercati, la Russia. Le ulteriori sanzioni comportano la perdita di migliaia di posti di lavoro.

Le autorità russe hanno detto che potrebbero fermare i charter europei, cambiare le rotte transiberiane e chiudere lo spazio aereo per il transito dei vettori aerei ucraini. In un giorno è caduta la capitalizzazione delle principali compagnie aeree dell’UE e degli Stati Uniti, le loro perdite totali sono pari a circa 4,5 miliardi di dollari. La Russia ha anche limitato l’importazione dei prodotti europei. Solo che le sanzioni sull’europa colpiscono frutta e verdura, latticini e carne, pesce e frutti di mare. Il divieto è entrato in vigore il 7 agosto e opererà per un anno con possibilità di revisione. In risposta l’UE ha anche dichiarato che pensa alla possibilità di chiudere il suo spazio aereo ai vettori russi.

L’Unione Europea ha promesso che alcuni Paesi riceveranno compensazioni dalle perdite derivanti dalle sanzioni contro la Russia. Le discussioni su come aiutare questi Paesi a compensare le loro perdite economiche continuano. Lo scenario delle sanzioni prevede una perdita per entrambe le parti. Ma per l’UE è una questione di sostenibilità politica. L’Unione Europea, inoltre, non può ritirarsi, anche se sarà difficile per entrambe le parti. L’effetto collaterale triste di tali misure è la sensazione di un contraccolpo per i residenti. Tuttavia, le sanzioni Ue sono state destinate ad affrontare, prima di tutto, l’autorità di Vladimir Putin e la leadership del Paese. La Russia, l’Ue e l’Occidente perderanno molto dal punto di vista economico.

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.