Lgbt

Finalmente anche nella pubblicità gay vuoldire normalità

Finalmente anche nella pubblicità gay vuoldire normalità

Pubblicità Findus

Prima o poi sarebbe accaduto. Dopo le infelici dichiarazioni di Guido Barilla in una puntata de “La Zanzara” di qualche mese fa, secondo cui l’azienda non avrebbe mai fatto pubblicità con omosessuali e “Se i gay non sono d’accordo, possono sempre mangiare la pasta di un’altra marca. Tutti sono liberi di fare ciò che vogliono purché non infastidiscano gli altri”, Findus riprende l’argomento con una garbata e divertente provocazione nel nuovo spot per Quattro salti in padella. Nel video – in cui non appaiono i volti dei protagonisti – un ragazzo organizza una cena per la madre, proponendo nuovi piatti e ricette. Poi rivela: «Mamma c’è un’altra piccola sorpresa: Gianni non è solo il mio coinquilino, è anche il mio compagno». «Tesoro mio, l’avevo capito», replica comprensiva la madre. Non è ancora una famiglia come la intende Barilla e probabilmente non lo diventerà mai ma le cose sono fatte per bene rispettando la tradizione: prima del fidanzamento ufficiale c’è sempre la presentazione ai genitori. È una questione di straordinaria, borghesissima, normalità. Per questo la semplicità del messaggio dello spot, per quanto sia una finzione, è ancora più apprezzabile. Non ci sono eccessi, drammi, fronzoli, ostentazioni o caricature. E forse si rappresenta molto meglio la realtà di vita quotidiana di persone che vogliono essere libere di amare, di vivere e cercare di realizzare sé stesse e la propria felicità. Né peggiori, né migliori delle altre e come tali con gli stessi diritti e doveri di chiunque, cosa che ancora in Italia non c’è. Chissà se i tempi non siano maturi per celebrare il Carnevale solo a febbraio (e non a giugno): non necessariamente sfilando in giacca e cravatta, ma magari con un più sobrio jeans e tshirt. Rompere gli stereotipi che prestano il fianco a chi storce il naso e chiude gli occhi di fronte alla realtà sarebbe sicuramente un buon passo avanti. A meno che, dopo questo spot, ad aprire il prossimo Pride, non sia direttamente Capitan Findus.

Categorie:Lgbt, Tv

Con tag:,,,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.