Governo

Service tax

Service Tax
E così è stata abolita anche l’I.m.u.; ma come per l’I.c.i. è stata creata un’altra tassa per sostituirla. L’abolizione della tassa precedente è pura pubblicità elettorale (del centrodestra); mentre la creazione della tassa riparativa serve per fornire ai Comuni il gettito che serve per gatantire i sevizi ai cittadini. Il problema è che ai cittadini sembrerà che il Pdl gli ha tolto una tassa e il sindaco (di qualunque partito sia) ne ha messa un’altra. E’ una presa in giro. L’ennesima!

Nel merito della tassa I Comuni dovranno stimare l’importo della nuova tassa da un importo minimo di 16,60 euro per immobile fino a un massimo di 257,20 euro. Un range molto grande, dunque, all’interno del quale i singoli Comuni potranno prevedere tutta una serie di regole particolari: dall’esenzione della prima casa agli sconti per le famiglie numerose, fino alle riduzioni per gli edifici delle imprese.

Categorie:Governo

Con tag:,

3 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...