Parlamento

Senato: sì al Ddl di urgenza per il Comitato dei 40.

Senato: sì al Ddl di urgenza per il Comitato dei 40.

Senato: sì al Ddl di urgenza per il Comitato dei 40.

Il Senato ha approvato per alzata di mano il Ddl che istituisce il cosiddetto Comitato dei 40 per le riforme costituzionali, ossia quella sorta di bicamerali interna alle Commissioni Affari Costituzionali composta da 20 senatori e 20 deputati che avrà quattro mesi di tempo per elaborare uno o più testi di riforma che saranno poi trasmessi al Parlamento.

Oltre ai 35 saggi (più i sette tecnici), dunque, il governo potrà contare sul lavoro dei 40 scelti dai gruppi parlamentarli in proporzione alla consistenza numerica e che potranno iniziare il loro lavoro una volta che sarò terminato tutto l’iter di approvazione del Ddl, piuttosto lungo se si considera che sono previste due letture a tre mesi di distanza l’una dall’altra. In teoria a ottobre-novembre il Comitato dovrebbe iniziare le sue riunioni e poi presentare entro febbraio le sue proposte. L’obiettivo finale è quello di avere la riforma della Costituzione bella e fatta per ottobre del 2014.

Il ministro per le Riforme Gaetano Quagliariello ha spiegato che, data la necessità di stringere i tempi, sul Ddl è stata posta l’urgenza, ma questa mossa non è stata apprezzata nemmeno dai suoi colleghi di partito. Renato Schifani ha ritenuto la procedura di rgenza inopportuna, ma il Pdl l’ha approvata per senso di responsabilità, perché sono convinti che la riforma della Costituzione è indispensabile, e ha aggiunto:

“Noi abbiamo fiducia del governo, lo abbiamo votato e lo appoggeremo con lealtà, ma abbiamo il sospetto che il governo non ne abbia altrettanta nei confronti del Parlamento. Indicare nella legge costituzionale che ci accingiamo a discutere ed approvare un termine perentorio di 18 mesi per la conclusione del processo riformatore potrebbe essere percepito come una sorta di commissariamento del Parlamento, una lesione della sua autonomia e indipendenza”

Roberto Calderoli, oggi nelle vesti di vicepresidente del Senato, ha espresso alcune perplessità sulla regolarità della procedura, perché l’articolo 77 è riferibile ai senatore o a un gruppo di parlamentari, che possono dunque porre l’urgenza su un Ddl, ma non al governo. Ha anche paragonato le vicende del governo Letta a una barzelletta sui Carabienieri:

“Questo governo ci fa pensare a una barzelletta e non me ne voglia l’Arma: i carabinieri girano sempre in coppia perché uno scrive l’altro legge. Nei Paesi del socialismo reale c’era anche chi controllava i due controllori. Beh, ieri sono spuntati, oltre ai saggi, anche gli esperti esterni”

Vito Crimi, senatore del Movimento 5 Stelle, ha sottolineato come la procedura d’urgenza non vada bene a nessuno tranne a loro che infatti non l’hanno votata e hanno anche chiesto la controprova perché l’esito della votazione a loro dire non sarebbe stato certo. Ma il Calderoli l’ha negata dicendo che dopo essersi consultato con i colleghi senatori segretari non è stata rilevata alcuna necessità di un controllo perché il risultato è evidente.

Crimi ha anche detto a proposito della procedura d’urgenza:

“È una forzatura per un Ddl del governo che potrebbe per sua natura avere già la strada spianata ma non è così perché ci sono incongruenze nella maggioranza. In questo modo si apre la strada anche a interventi sulla prima parte della Costituzione, noi chiederemo che questo sia espressamente vietato. Il comitato dei 40 serve a neutralizzare questo Senato e questa maggioranza e ad anestetizzare i risultati elettorali e in particolare quello del Movimento cinque stelle”

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...