Musica

Eurofestival 2013: il mio editoriale

Euofestival 2013: il mio editoriale

Emmelie de Forest

Non ce l’ha fatta a bissare il successo ottenuto lo scorso febbraio al Festival di Sanremo, dove ha stravinto con “L’essenziale“: Marco Mengoni,all’Eurovision Song Contest 2013, che si è concluso ieri sera, si è classificato solo al settimo posto, restando perciò ben lontano dal podio, che ha visto l’incoronazione di Emmelie De Forest, 20 anni, di nazionalità danese, peraltro indicata come favorita da tempo da tutti i bookmaker. La cantante ha conquistato il pubblico con il brano “Only Teardrops”, che he la fruttato il primo posto sul podio, seguita in seconda posizione da Zlata Ohnevic, artista ucraina. Marco Mengoni ha gareggiato invece con lo stesso brano che gli ha regalato la vittoria all’ultimo Festival di Sanremo, “L’essenziale”, fermandosi al settimo posto in classifica, una posizione però migliore rispetto a quella ottenuta lo scorso anno da Nina Zilli che si è classificata solo nona. E con l’Eurovision Song Contest la Danimarca tornerà protagonista l’anno prossimo quando l’evento si svolgerà a Copenaghen.

Emmelie de Forest ha vinto l’edizione 2013 dell’Eurovision Song Contest, o Eurofestival, con la canzone Only Teardrops. Emmelie de Forest ha ottenuto 281 punti: secondo è arrivato Farid Mammadov, dall’Azerbaijan, con la canzone Hold me ottenendo 234 punti, e terza l’ucraina Zlata Ognevich, con la canzone Gravity, che ha ottenuto 214 punti. Settimo, invece, è arrivato Marco Mengoni, che rappresentava l’Italia con la canzone vincitrice dell’ultimo Festival di Sanremo, L’essenziale, con 126 punti.

L’edizione di quest’anno – la cinquattotesima – si è svolta alla Malmö Arena, in Svezia, perché il paese ha vinto l’ultima edizione con la canzone Euphoria, cantata da Loreen. Si tratta quindi della seconda vittoria in due anni per un paese scandinavo. Alla Malmö Arena c’erano circa 10.500 persone. Nonostante si tratti di un evento che nel nostro paese non ha una grande copertura mediatica, l’Eurofestival è uno degli spettacoli televisivi più visti al mondo.

È anche un evento molto costoso e negli anni passati alcuni paesi hanno rinunciato a partecipare a causa della crisi economica. La televisione svedese SVT, che ha gestito la trasmissione dell’evento, ha deciso di organizzare quest’anno un evento meno pomposo degli ultimi anni: alcuni artisti hanno dovuto pagare le coreografie per l’esibizione, finanziati dal proprio paese di provenienza.

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...