Centro

Scoppia la rissa tra Monti e Berlusconi

Scoppia la rissa tra Monti e Berlusconi

Mario Monti e Silvio Berlusconi

Nel ’94 Monti votò Forza Italia. Oggi il successore del Cavaliere si dice pentito, anzi prova «grande delusione» per Berlusconi, «che ha mancato tutti gli appuntamenti e ha tradito la rivoluzione liberale». Nella penultima domenica prima del voto (di fatto l’ultima visto il grande buio in arrivo con Sanremo) è lo scontro tra Monti e Berlusconi a dominare su tutto. Con il Professore che usa un linguaggio mai così esplicito. Berlusconi, il corruttore: «Continua a fare promesse cercando di comprare i voti degli italiani con i soldi degli italiani. Questo può portare popolarità, ma sarebbe una prova di un Paese sostanzialmente privo di memoria, io non voglio pensare che gli italiani lo siano».

Berlusconi, l’uomo nero dell’Unione europea. «È verissimo», afferma Monti a Tgcom24, che temono il suo ritorno, perché «ne hanno avuto abbastanza di un’Italia che rischia, con la fragilità politica, l’incapacità di decidere e l’indisciplina finanziaria, di mettere ancora a rischio se stessa e l’eurozona».

Accuse che fanno perdere le staffe al Cavaliere. Nella trasmissione di Telese&Porro su La7 Berlusconi non si contiene. Ma quale pericolo per l’Europa? Monti ha detto «una grande cazzata. Lui è la più grande delusione della mia vita, peggio di Fini e Casini». Anche l’accusa di corruzione politica, quel paragone con Achille Lauro «non sta in piedi ed è indecente». Ma le repliche alle parole del premier arrivano a tamburo da tutto il Pdl, a partire da Angelino Alfano: «Monti usa un linguaggio inaccettabile per un senatore a vita». È tanta la vis polemica di Berlusconi contro Monti che l’ex premier ammette l’errore nella gestione della crisi di governo del 2011: «Col senno di poi, dopo le mie dimissioni andrei alle elezioni, col rischio di un governo della sinistra: in questo modo non ci sarebbe stata la parentesi di Monti che è stata non democratica». Nell’intervista a In Onda il Cavaliere anticipa anche l’ultimo asso nella manica. Dopo l’Imu il bersaglio è Equitalia. E la promessa è quella di una sanatoria che «non faccia pagare interessi e sanzioni a chi ha ricevuto una cartella esattoriale». Inoltre lo Stato «non potrà mai pignorare la casa» all’evasore, perché «la prima casa è sacra per debiti con lo stato». Berlusconi critica anche la magistratura per le inchieste su Eni, Saipem e Finmeccanica. Di fatto giustificando la pratica delle tangenti ai governi stranieri: «Sono indagini che rovinano queste aziende, che non danno più loro la possibilità di partecipare ad aste pubbliche per grandi forniture. Queste aziende non potranno più ottenere lavori perché non saranno aperte e disponibili pagare quel dazio che è una necessità per acquisire questo importante lavoro».

A quindici giorni dal voto qualche scintilla c’è anche fra Monti e Bersani. Al premier infatti non è andata giù la critica ricevuta dal segretario Pd sulla gestione del negoziato in Europa. «È un po’ infantile dire che siccome Cameron è contento – risponde Monti – si tratta di una vittoria di Pirro». «I risultati in Europa dello statista Berlusconi li conosciamo», aggiunge il Professore, «quelli di Bersani non ancora». C’è poi la polemica innescata da Bersani sull’incerta collazione dei montiani fra le varie famiglie europee. Anche su questo il premier non lascia correre: «C’è una forte richiesta del Ppe verso di noi, il Ppe sta dimostrando notevole apprezzamento per noi e notevole insofferenza per Berlusconi, ma c’è stata anche una richiesta dal partito liberal democratico». Quanto ai giaguari da smacchiare, per Monti meglio «rendere trasparenti i camaleonti».

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...